Attualità

Coronavirus, nel Lazio 1812 nuovi casi. D’Amato: “In zona rossa a causa delle varianti”

Sono 86 i contagi in provincia di Latina. In tutta la regione continua a crescere il numero dei ricoveri che supera i 2200; stabili le terapie intensive. L’assessore: “Aspettiamo che arrivino più vaccini per accelerare nelle somministrazioni”

La settimana in provincia di Latina si chiude con 820 nuovi casi di coronavirus. Oggi, domenica 14 marzo, la Asl ha dato comunicazione di altri 86 nuovi positivi che sono stati registrati nel territorio pontino (ieri erano stati 253). Rispetto al mese precedente si conferma in salita la curva dei contagi: in queste due settimane di marzo, infatti, sono stati 1769 a fronte dei 1553 accertati nello stesso arco temporale di febbraio.

Per quanto riguarda gli 86 casi di oggi, sono stati registrati in 13 diversi comuni; 16 sono rispettivamente a Cisterna e Terracina, 13 poi a Latina, 11 a Fondi e 10 ad Aprilia.

Coronavirus Latina: il bollettino del 14 marzo

Coronavirus Latina: il bilancio dei decessi

Un altro decesso nelle scorse 24 ore nel territorio pontino, quello di una donna di 89 anni che era residente a Terracina, che piange la sua seconda vittima in 48 ore. In totale questa settimana sono stati 11 i morti, lo stesso numero degli scorsi sette giorni. Da inizio pandemia nella provincia di Latina non ce l’hanno fatta 433 pazienti che erano risultati positivi al coronavirus.

Coronavirus Lazio: altri 1812 nuovi casi

Sono più di 1800 i nuovi casi oggi in tutto il Lazio (1812); oltre 38mila i test effettuati di cui più di 16mila tamponi (-986) e oltre 22mila antigenici. Nelle scorse 24 ore, fanno sapere dall'Assessorato alla Sanità della Regione, sono stati 10 i decessi, 720 i guariti. Aumentano ancora i ricoveri nel Lazio che ormai hanno superato quota 2200 (+42 in 24 ore), più o meno stabili le terapie intensive occupate. Il rapporto tra positivi e tamponi è all'11%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 4%

Coronavirus: i dati di oggi in tutta Italia

D’Amato: “Lazio in zona rossa per le varianti”

“Da domani in zona rossa a causa delle varianti che hanno contribuito ad un aumento della diffusione del virus” ha dichiarato l’assessore alla Sanità della Regione Alessio D'Amato. “Il Lazio è tra le grandi Regioni quella che è stata soggetta a limitazioni per minor tempo. Aspettiamo che arrivino più vaccini per accelerare nelle somministrazioni. Il Lazio è pronto a farne 60mila al giorno”. Da lunedì 15 marzo con l’ingresso nella zona rossa cambia la vita dei cittadini della provincia di Latina e del Lazio chiamati a rispettare misure che sono più stringenti con scuole chiuse e didattica a distanza per gli studenti, nuove regole anche per ristoranti, bar, negozi e per gli spostamenti (qui tutti i particolari).

Coronavirus Lazio: i dati nelle singole province

Aumentano i casi anche nella Capitale dove nelle scorse 24 ore sono stati 901, altri 484 se ne contano poi nel resto della provincia di Roma. Nelle altre quattro province del Lazio, invece, i contagi sono in totale 427, di cui 86 nel territorio pontino. Altri 220 sono poi stati riscontarti nella provincia di Frosinone, 39 in quella di Viterbo e 82 in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 14 marzo

Hanno superato quota 42mila gli attuali positivi che da qualche giorno hanno ripreso a crescere; sono 2214 i ricoveri, 279 le terapie intensive occupate. Quasi 256mila persone si sono contagiate da inizio pandemia e più di 200mila sono poi guarite; sono 6183 i deceduti. 

coronavirus_lazio_bollettino_14_03_21-2

“Responsabilità e misura, sentiamoci già in zona rossa”

Da più voci è arrivato l’appello alla responsabilità alla vigilia della zona rossa, anche se nella giornata di ieri anche in alcune zone della provincia di Latina, come è accaduto in altri centri d'Italia, si è assistito a scene di assembramenti. Lo stesso sindaco del capoluogo ha rivolto un appello ai cittadini per l’ultimo fine settimana in zona gialla. Non facciamo che il weekend “sia come i saldi di fine stagione - ha detto -. Cerchiamo di essere responsabili. Usiamo misura e attenzione, perché dal punto di vista numerico siamo di fatto già in zona rossa” (qui la notizia completa).

Il punto sui vaccini

Sono ad oggi, secondo i dati diffusi dalla Regione e aggiornati alle 19, quasi 690mila le vaccinazioni effettuate su tutto il territorio laziale, con la provincia di Latina che ha superato le 46mila. In tutto il Lazio quasi 200mila persone hanno ricevuto anche la seconda dose, quasi 13mila nel territorio pontino. Da ieri, ha fatto sapere ancora l’Assessorato alla Salute della Regione, la prenotazione online della vaccinazione è estesa anche ai portatori di disabilità gravi identificati dal codice esenzione C02 (Invalidi civili al 100% di invalidità con indennità di accompagnamento). 

Coronavirus, le altre notizie

Lazio in zona rossa: nuove regole per l'ingresso al cimistero di Cisterna

A Latina già somministrate 2400 dosi del lotto di Astrazeneca ritirato

“Dosi insufficienti, docenti ed Ata esclusi dalla vaccinazione anti-Covid”

A Roccagorga nuovi casi quasi azzerati con la zona rossa

Vaccini over 70: al via le prenotazioni

Latina, come candidarsi per la sperimentazione del vaccino ReiThera

Plasma iperimmune: la Asl cerca donatori

Articolo aggiornato alle 19.49

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio 1812 nuovi casi. D’Amato: “In zona rossa a causa delle varianti”

LatinaToday è in caricamento