Attualità

Coronavirus, contagi in salita nel Lazio: sono 1256. D'Amato: "Livello di attenzione altissimo"

Oggi 153 nuovi casi nel territorio pontino a fronte dei 125 di ieri e dei 62 di due giorni fa. Nessun decesso nelle scorse 24 ore. Il punto sui vaccini nel Lazio

Sono 153 i nuovi casi di coronavirus oggi, giovedì 25 febbraio, nella provincia di Latina: un dato che fa registrare un ulteriore aumento rispetto a quelli di ieri (125 contagi) e di due giorni fa (62 contagi). Aumenta anche il numero dei tamponi effettuati (oltre 1200 tra molecolari e antigenici). Nel mese di febbraio i positivi totali riscontrati tra i residenti del territorio pontino sono 2454, mantenendo comunque un andamento in calo rispetto al mese di gennaio (in 25 giorni i casi sono stati 4786). Nelle scorse 24 ore sono stati registrati 151 guariti.

Per quanto riguarda il numero dei contagi, il dato più alto di oggi arriva dal capoluogo dove ne sono stati registrati 33; sono 22 quelli invece accertati a Terracina e 21 a Cisterna; 7 a Roccagorga.

Coronavirus Latina: il bollettino del 25 febbraio

Coronavirus Latina: il bilancio dei decessi

Stabile invece il numero delle vittime in provincia: il bollettino di oggi, infatti, non riporta nuovi decessi, dato che si ripete solo per la terza volta nel mese in corso. Sono sempre 57, dunque, le morti legate al coronavirus nel territorio pontino a febbraio, 406 da marzo scorso ad oggi. 

Primo caso di variante inglese in provincia

Intanto arriva la conferma del primo caso di variante inglese in provincia: sono arrivati ieri dal laboratorio dello Spallanzani i referti del tampone di un militare della guardia di finanza residente a Sabaudia ma in servizio a Roma. L'uomo è risultato positivo alla mutazione del virus così come risultano positive anche moglie e figlia. La Asl ha fatto subito fatto scattare  le operazioni di tracciamento su tutti i contatti della famiglia, per i quali è stata disposta la contumacia e l'avvio di uno screening (qui la notizia completa).

Allarme per un cluster sull’isola di Ponza

Come detto, in queste ore tra i territori della provincia attenzionati c’è anche l’isola di Ponza dove c'è particolare allarme per un cluster che conta circa 17 cittadini residenti positivi. Tutto è iniziato partito dalla positività di una donna rientrata a Formia dall'isola. Alcuni giorni dopo sono risultati contagiati anche il marito e il figlio e sono stati sottoposti a tampone altri 30 contatti, 10 dei quali risultati positivi al tampone molecolare effettuato dalla Asl (qui la notizia).

La regione torna sopra quota mille contagi

Su quasi 15mila tamponi nel Lazio (-30 meno di ieri) e oltre 21mila antigenici per un totale di oltre 36mila test, si registrano 1.256 positivi, ossia 68 in più rispetto a mercoledì. Nelle ultime 24 ore inoltre si sono registrati 18 decessi e 1.123 guariti. "Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri. Stabili le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%", spiega l'assessore alla sanità laziale Alessio D'Amato che aggiunge: "Stimiamo il valore Rt sotto 1, ma il livello di attenzione è altissimo". 

Il bollettino del Lazio

Complessivamente nella regione sono 34.995 i pazienti attualmente positivi, di cui 1.807 ricoverati, 227 in terapia intensiva e 32.961 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 189.174, i decessi 5.832 e il totale dei casi esaminati è pari a 230.001. 

La distribuzione dei casi per province

Per quanto riguarda la distribuzione nelle province, nella Capitale i nuovi casi sono 447, nella provincia di Roma sono invece 330, mentre nelle altre province si registrano in tutto 479 casi, in netto aumento rispetto ai giorni scorsi: 153 nella Asl di Latina, 239 a Frosinone, 42 a Rieti e 45 a Viterbo.

Coronavirus Lazio: vaccinati 100mila over 80

Nel Lazio raggiunta la quota delle 100mila vaccinazioni rivolte agli over 80 che rappresenta il 30% dei vaccinati over 80 dell’intero Paese. Il bilancio da parte dell’assessore alla Sanità della Regione Alessio D’amato. Sono già oltre 10mila, poi, le vaccinazioni effettuate per le Forze dell’Ordine. “Per noi è prioritario mettere in sicurezza gli anziani più esposti alle complicanze del Covid - ha detto D’Amato -. Procede anche la campagna vaccinale rivolta al personale scolastico e sono oltre 85 mila le prenotazioni effettuate. Presto partiranno le prenotazioni per le fasce di età 79, 78 e 77 anni. Sono preoccupato dell’incertezza sugli arrivi e le forniture dei vaccini, in particolar modo Astrazeneca e anche Moderna. Questo non ci aiuta in un momento in cui viaggiamo stabilmente sulle 12mila somministrazioni al giorno e possiamo agevolmente andare a 35mila”.

Contagi sul lavoro: i dati della Uil in provincia di Latina

I contagi da covid sul posto di lavoro nella provincia di Latina hanno superato, dall'inizio della pandemia, il tetto delle 600 unità, con un incremento significativo nel mese di gennaio, quando si sono registrate 145 infezioni di origine professionale che hanno portato il totale a 632 casi. I dati emergono dal report che la Uil del Lazio realizza periodicamente, elaborando i dati Inail, per monitorare l’andamento della pandemia e le ricadute sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori della provincia pontina (qui la notizia).

Coronavirus, le altre notizie

Il segretario della Cisl Roberto Cecere volontario tra i malati covid in ospedale

Nuovo decreto: divieto di spostamento fra regioni fino al 27 marzo

Clienti nell'enoteca dopo le 18: locale chiuso

Una targa al centro prelievi della Asl per ricordare l'infermiera Lorella Molinari

Iniziate le vaccinazioni alle forze dell'ordine e alle forze armate

Sezze, targa ricordo al Pat per l'infermiere Lidano Petrianni morto di covid

Articolo aggiornato alle 18.56

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, contagi in salita nel Lazio: sono 1256. D'Amato: "Livello di attenzione altissimo"

LatinaToday è in caricamento