Attualità

Coronavirus, nel Lazio 1431 casi. D’Amato sui vaccini: “Preoccupati per regolarità delle forniture”

Nel Lazio sono stati 46 i casi, nessun decesso. Aumentano ancora sia i ricoveri che le terapie intensive nel Lazio dove oggi sono state fatte oltre 20mila vaccinazioni

Sono 46 i nuovi casi di coronavirus oggi, martedì 9 marzo, nella provincia di Latina. Questo il dato che nel pomeriggio è stato diffuso dalla Asl con il consueto bollettino. Un dato in calo rispetto agli ultimi due giorni (i casi ieri erano stati 78, domenica 151) e che fa salire a 1073 il totale dei contagi accertati nel mese di marzo.

Coronavirus Latina: il bollettino del 9 marzo

Coronavirus Latina: nessun decesso

Nessun decesso: questa l’altra buona notizia di oggi. Nel mese di marzo sono state 12 le morti legate al coronavirus, 170 in tutto il 2021. Nelle scorse 24 ore registrate anche 105 guarigioni in più.

A Latina la sperimentazione del vaccino Reithera e l'utilizzo dei monoclonali

La Asl di Latina è stata scelta per le fasi 2 e 3 del vaccino Reithera e per l'utilizzo degli anticorpi monoclonali, mentre continua la terapia con plasma iperimmune. "Due importanti riconoscimenti che ci pongono in prima linea nella lotta al covid” ha commentato il direttore facente funzioni della Asl di Latina Giuseppe Visconti che, insieme alla dottoressa Mirian Lichtner, direttrice del reparto Malattie Infettive dell'ospedale Goretti, e al dottor Francesco Equitani direttore del centro trasfusionale del nosocomio di Latina, hanno illustrato i particolari nel corso di una conferenza stampa (qui tutti i particolari). 

Coronavirus Lazio: in risalita i contagi

Aumenta il numero dei tamponi e aumenta anche quello dei nuovi casi nel Lazio: sono 1431 i contagi comunicati oggi dall’Assessorato alla Sanità della Regione. I test effettuati sono stati oltre 40mila di cui più di 14mila molecolari (+2672) e oltre 26mila antigenici. I decessi nelle scorse 24 ore sono stati 28 (+6), 753 i guariti. Ancora in risalita anche il numero dei ricoveri (+27) come quello delle terapie intensive (+8). “Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 3% - ha detto l’assessore D’Amato -. Domani al via le vaccinazioni per pazienti autistici gravi e caregive", mentre c'è "preoccupazione per la regolarità delle forniture dei vaccini”.

Coronavirus: i dati di oggi in tutta Italia

Coronavirus Lazio: i numeri nelle singole province

Nella Capitale nelle scorse 24 ore sono stati accertati 688 contagi, altri 370 nel resto della provincia di Roma. In totale nelle altre 4 province laziali, invece, i positivi sono stati 256; oltre ai 46 del territorio pontino sono 256 nella provincia di Frosinone, 34 in quella di Viterbo e 37 infine in quella di Rieti.

Coronavirus Lazio: il bollettino del 9 marzo

Cresce ancora il dato degli attuali positivi in tutta la regione che superano quota 38mila; sono 2049 le persone ricoverate, 261 le terapie intensive occupate. Oltre 246mila contagi sono stati registrati nel Lazio in un anno di pandemia; più di 202mila sono le persone poi guarite; 6092 i deceduti.

coronavirus_lazio_bollettino_9_marzo_2021-2

D’Amato: Nel Lazio vaccinati più di 7mila vulnerabili”

“Nella Regione Lazio sono state già vaccinate 7.304 persone vulnerabili gravi, un segno di attenzione importante e un impegno prioritario” ha detto oggi sempre l’assessore D’Amato. “E’ stato dato mandato a tutte le strutture di avviare le vaccinazioni per le categorie dei vulnerabili gravi da loro assistiti. Domani mattina prendono il via le vaccinazioni per i pazienti autistici gravi e i caregiver presso il Policlinico di Tor Vergata e l’ospedale pediatrico Bambino Gesù dove sono stati già vaccinati 250 pazienti over 16 anni”. Nella giornata di oggi le somministrazioni hanno superato le 20mila. 

Al via la prenotazione dei vaccini per gli over 70

Da questa settimana prendono il via anche le prenotazioni dei vaccini riservate ai cittadini di età superiore ai 70 anni. Si parte dalla mezzanotte del 10 marzo con le prenotazioni online che saranno divise per fasce di età A darne comunicazione ieri è stata l’Unità di Crisi della Regione Lazio in seguito alla circolare del Ministero della Salute che ha esteso l’età dei cittadini per la somministrazione del siero Astrazeneca anche agli over 65. In virtù di questo, "sono state rimodulate le prenotazioni sul portale regionale ‘prenota vaccino covid’ per la fascia di età superiore ai 70 anni” (qui la notizia completa).

Fine della zona rossa a Roccagorga

Dopo tre settimane di restrizioni, per Roccagorga ieri è stato il primo giorno fuori dalla zona rossa. Niente più varchi dunque a chiudere il paese dove sono state allentate le maglie, anche se permangono alcune restrizioni come la chiusura di parchi e giardini e si prosegue per un’altra settimana con la didattica a distanza. "È stato un lavoro sinergico tra istituzioni, Asl, forze dell’ordine, polizia e carabinieri, polizia locale, volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile, medici, farmacisti, dipendenti e uffici comunali, attività commerciali e soprattutto voi cari cittadini - ha detto il sindaco Nancy Piccaro - È stato un percorso difficile, impegnativo e faticoso, che ci ha visto impegnati in prima linea nella lotta contro il virus” (qui la notizia).  

Coronavirus, le altre notizie

Coronavirus Cisterna: più controlli contro gli assembramenti

Coronavirus Pomezia: tutti i numeri di un anno di pandemia

Vaccinazioni a Ventotene

Ponza e Ventotene, la proposta dei sindaci: "Isole covid free"

Vaccinazioni ai docenti bloccate per le quarantene, Zuliani: "Chiudere le scuole"

Case: il covid abbatte il valore degli immobili oggetto di mutui

Estate con il covid: è già boom di case in affitto sul litorale laziale

Articolo aggiornato alle 19.28

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio 1431 casi. D’Amato sui vaccini: “Preoccupati per regolarità delle forniture”

LatinaToday è in caricamento