menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus Latina, protezione civile in prima linea per fronteggiare l’emergenza

Sei le associazioni che hanno risposto all’invito del Comune, ma la lista si può ancora ampliare; il vice sindaco Briganti racconta il lavoro dei volontari

In prima linea per fronteggiare questa guerra al nemico invisibile che è il coronavirus ci sono anche loro, le associazioni di protezione civile, che offrono un contributo importantissimo nel mondo del volontariato. Operano in maniera silenziosa e con grande generosità. Al momento sono sei le associazione impegnate a Latina per fronteggiare questo tipo emergenza (Vva Latina, Volontari Vigili del Fuoco di Latina Scalo, Fedelissima, Passo Genovesi, Associazione nazionale dei Carabinieri di Latina e Città di Latina) 12 volontari impegnati per ogni turno. Ma è una lista che si può sempre ampliare. 

A spiegare il loro prezioso lavoro, a raccontare un’operosità spesso poco conosciuta ai più, è stata il vice sindaco con delega alla Protezione Civile Paola Briganti nel corso di una videoconferenza. “L’attivazione del Coc - il Centro operativo comunale - consente ai sindaci di avvalersi delle prestazioni delle associazioni di protezione civile che hanno sede nel proprio comune e che sono iscritte all’albo regionale. Quando si apre il Coc - ha spiegato Briganti - a secondo del problema e delle peculiarità delle associazioni a disposizione, il sindaco può valutare di servirsi del loro contributo o di attivare la Regione. Alla fase di emergenza attuale hanno potuto far fronte le nostre associazioni di protezione civile, con mezzi e uomini adeguati, che noi abbiamo invitato a fornire supporto. Alcune di loro - sei appunto - ci hanno dato disponibilità; sono state coinvolte nella gestione del lavoro e ricevono gli ordini di servizio con durata più o meno lunga. Ricordiamo infatti che queste associazioni senza l’ordine di servizio non possono muoversi e il loro perimetro di intervento è normato”. 

L’emergenza alimentare

Al momento nel territorio, al fianco di quella sanitaria, l’altra importante emergenza da affrontare è quella alimentare alla quale stanno rispondendo anche le associazioni di protezione civile, affiancando la Croce Rossa che è centrale in questo tipo di emergenze. C’è bisogno di preparare e consegnare i pacchi alimentari e anche di reperire gli stessi generi alimentari. “Richieste e bisogni che arrivano da vari canali vengono raccolti in degli elenchi. La Croce Rossa, con il supporto delle associazioni di protezione civile, quindi predispone i pacchi e li consegna alle persone in difficoltà con la giusta attenzione anche ad intercettare ulteriori richieste e bisogno dei beneficiari”. Una parte importante in questa filiera è anche l’iniziativa del carrello solidale organizzato dal Comune con l’adesione di molti supermercati e la grande partecipazione dei cittadini. La spesa nelle attività viene raccolta dalla Croce Rossa con il supporto delle associazioni di protezione civile che ne hanno ricevuto l’ordine di servizio. Associazioni di protezione civile che poi intervengono in altre diverse attività come la predisposizione dei pacchi, nella gestione della mensa del mattino e del pomeriggio che ora si concretizza nella distribuzione dei sacchetti e non nella somministrazione dei pasti o anche nel fornire supporto alla Croce Rosse nel pretriage al dormitorio. 

Le attività delle associazioni di volontariato

“Le necessità si stanno articolando di mano in mano così come anche le risposte che vengono date” ha spiegato in fine il vice sindaco Briganti. “Proprio perché l'emergenza è particolare anche le figure professionali possono uscire dal profilo classico del volontario. Si pensi ad esempio ad attività di assistenza alla popolazione come quella del contatto telefonico con famiglie che hanno con figli minori o disabili per offrire supporto di tipo psicologico”. In quest’ottica di ripensamento dell'impegno del volontario in questa particolare emergenza si sta pensando anche di usare la protezione civile per altre attività come quella di far volare droni sul territorio o di diffondere, anche anche attraverso volantini, informazioni ai cittadini.

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento