menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, dopo il V-Day prosegue la vaccinazione: altre 48mila dosi nel Lazio

L’annuncio dell’assessore regionale D’Amato; circa 2mila dosi nella provincia di Latina: “L’obiettivo a fine gennaio è di completare la vaccinazione su tutti gli operatori sanitari e gli ospiti delle Rsa"

Dopo il V-Day che nella giornata di ieri, martedì 29 dicembre, ha visto somministrare le prime 40 dosi al personale sanitario dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, prosegue la campagna di vaccinazione contro il coronavirus nella provincia pontina come anche nel resto del Lazio. La macchina messa in moto domenica 27 dicembre nel Lazio con le prime vaccinazioni allo Spallanzani e poi proseguita in questi tre giorni in tutto il resto della regione continua a funzionare.

In queste ore nel Lazio è prevista, infatti, una nuova fornitura di vaccini anti-covid, come ha fatto sapere l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. La fornitura, comunicata dagli uffici del Commissario, è prevista per oggi con 41 scatole del vaccino per  7.995 fiale e pari a 47.970 dosi tenendo già conto della disposizione di Aifa e della circolare del Ministero della Salute in merito alle 6 dosi.

“La vaccinazione - ha spiegato D’amato - partirà subito secondo le modalità organizzative dei 20 hub regionali. Al momento della prima somministrazione verrà prenotata anche la successiva dose di richiamo. In questa prima fase, come da indicazioni nazionali, i soggetti interessati sono il personale sanitario e operatori e ospiti delle Rsa”.

Le prossime consegne sono previste per il 4, 11, 18 e 25 di gennaio. Intanto lo stesso assessore D’Amato ai microfoni del Tgr ha spiegato che in questa prima fase, ci si propone di "vaccinare con la doppia dose oltre 128mila operatori. Poi il grosso verrà fatto tra maggio e giugno, a primavera inoltrata". E quel "grosso", detto da D'Amato, riguarderà la fascia media d'età tra i 45 e i 59 anni, la più numerosa: "Sarà un lavoro lungo e durerà diversi mesi”.

Nella provincia di Latina, nello specifico, sono attese circa 2mila dosi di vaccino, come aveva anticipato proprio l’assessore regionale ieri nel corso del V-Day all’ospedale Goretti. “La vaccinazione continuerà sette giorni su sette. Inizieremo anche a vaccinare nelle Rsa, la Asl di Latina ha individuato le prime tre. L’obiettivo a fine gennaio è di completare la vaccinazione su tutti gli operatori sanitari e gli ospiti delle Rsa”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento