Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus, nel Lazio 513 casi. D’Amato: “L’alto tasso di vaccinazione sta fermando la variante Delta"

Il bollettino del Lazio: l’assessore D’Amato conferma la frenata del trend dei contagi su base settimanale. Il numero dei ricoveri continua a crescere, ma la pressione sulle strutture ospedaliere resta bassa

Sono 513, compresi i recuperi, i nuovi casi di coronavirus oggi, mercoledì 4 agosto, nel Lazio: la comunicazione nel pomeriggio da parte dell’Assessorato alla Sanità della Regione che ha dato notizia anche dell’unico decesso registrato nelle scorse 24 ore nella provincia di Roma. “Osserviamo anche oggi una frenata del trend dei casi positivi (-259 su base settimanale) che ci aspettiamo sia confermata anche nei prossimi giorni” ha confermato l’assessore Alessio D’Amato. La pressione sulla rete ospedaliera resta bassa, aggiunge poi, anche se il numero dei ricoveri continua a crescere: ad oggi sono 379, 58 in più rispetto a ieri, quelli nelle aree non critiche della regione, mentre le terapie intensive occupate sono 51, 3 in più nelle ultime 24 ore.

Coronavirus Lazio: i dati nelle singole province

Sono 396 i contagi nella provincia di Roma, dove anche oggi si concentra la maggior parte dei casi giornalieri di tutto il Lazio (201 solo nella Capitale). Altri 117 positivi sono invece distribuiti tra le altre province della regione: 64 sono in quella di Frosinone, 21 in quella di Viterbo, 14 in quella di Rieti e 18 nel territorio pontino.

Coronavirus Latina: i dati aggiornati di oggi 4 agosto

La campagna vaccinale

Prosegue intanto la campagna vaccinale: fino al 13 agosto, ricordano dalla Regione oltre 500mila cittadini hanno già prenotato e possono recarsi nei centri di somministrazione nella data e nell'orario già indicato, mentre sono 3,4 milioni i cittadini del Lazio che hanno già scaricato i Green Pass rilasciati dal Ministero della Salute (ogni informazione sul www.dgc.gov.it). “L’alto tasso di vaccinazione sta arginando la variante Delta che sembra frenare la sua corsa” ha commentato l’assessore alla Sanità della Regione D’Amato che ricorda come, dopo l’attacco hacker al sistema informatico di domenica scorsa, entro 3 giorni saranno riattivate le prenotazioni dei vaccini e l’Anagrafe Vaccinale Regionale. Il calendario delle riattivazioni sulle nuove piattaforme informatiche prosegue poi con l’Anagrafe Sanitaria Unica Regionale, cuore dell’Anagrafe Sanitaria condivisa con le anagrafi locali e aziendali; poi FSE-Fascicolo Sanitario Elettronico e infine entro metà mese il nuovo sistema CUP per la gestione delle prenotazioni di esami e visite. “Uno sforzo gigantesco per recuperare la piena funzionalità del sistema che è stato attaccato. Attualmente visite ed esami possono essere prenotati direttamente ai centri di prenotazione delle Asl e delle Aziende Ospedaliere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nel Lazio 513 casi. D’Amato: “L’alto tasso di vaccinazione sta fermando la variante Delta"

LatinaToday è in caricamento