rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il punto in tutta la regione

Coronavirus: altri 40 decessi nel Lazio. I casi sono 7.996, meno bambini tra i ricoverati

Sempre alto il dato dei decessi che tiene conto anche di recuperi di notifiche; scende all’8,7% il rapporto tra positivi e tamponi. Il Lazio prima regione in Italia per numero di vaccinazioni

Scende il numero dei contagi giornalieri da coronavirus, e diminuisce anche il rapporto tra positivi e tamponi: questa la situazione di oggi, mercoledì 9 febbraio, nel Lazio rappresentata nel bollettino che la Regione ha diffuso nel pomeriggio. I nuovi casi tornano sotto la soglia dei 10mila e sono 7.996 registrati sulla base dei 91.620 test totali, di cui 24.495 molecolari e 67.125 antigenici. Il rapporto tra positivi e tamponi cala di quasi un punto percentuale rispetto a ieri e si attesta sull’8,7%.

Tutti gli altri dati nel Lazio

Resta stabile, e alto, il numero dei decessi che anche oggi come ieri sono 40; un dato che, spiega l’assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D’amato, comprende anche alcuni recuperi di notifiche. Le guarigioni sono più del doppio dei nuovi casi e sono 15.576. Per quanto riguarda i ricoverati si registra un netto calo del numero dei postivi nelle aree non critiche degli ospedali del Lazio che sono 2.042 (circa 30 in meno in un giorno), ma aumenta il numero dei pazienti gravi: i positivi nelle terapie intensive sono 190 (+6).

In calo il numero dei bambini ricoverati

La buona notizia arriva, però, dall’ospedale Bambino Gesù di Roma: un bilancio viene fatto della situazione dei ricoveri dal 20 dicembre al 9 febbraio: “Dopo il picco del 29 gennaio scorso - spiega l’assessore D’Amato -, il numero dei ricoveri ha preso a calare, passando in circa 10 giorni da 86 a 54 posti letto occupati, di cui 5 in area critica. Un trend che dà fiducia, ma non deve far abbassare la guardia e desistere dall’impegno nella vaccinazione dei ragazzi e dei bambini, che ancora oggi purtroppo, se non protetti, possono incorrere nelle forme gravi della malattia e finire in terapia intensiva. La vaccinazione del nucleo familiare è utile a proteggere anche i bambini sotto i 5 anni, i più esposti al rischio in questo momento insieme ai pazienti fragili, in attesa che possano accedere anche loro al vaccino”.

Contagi e decessi nelle singole province

Anche buona parte dei contagi di oggi sono concentrati nella provincia di Roma dove ne sono stati accertati 5.646, di cui 3.539 sono solo nella Capitale. Altri 2.350 sono invece nelle restanti quattro province: 830 sono nel territorio pontino e 664 in quello ciociaro; 449 ne sono stati riscontrati dalla Asl di Viterbo e 407 da quella di Rieti. Quattro dei decessi, poi, sono nella provincia di Frosinone, 3 in quella di Latina, 2 in quella di Viterbo e la restante parte in quella romana.

Coronavirus Latina: tutti i dati aggironati di oggi

Bollettino del Lazio di oggi 9 febbraio 2022

Si aggiorna il quadro generale in tutto il Lazio dove scende ancora, ed è di circa 260mila, il numero degli attuali positivi. Al momento i contagiati che sono in isolamento domiciliare sono 258.692, 2.232 sono ricoverati nei vari reparti degli ospedali. I casi totali accertati dall’inizio della pandemia sono saliti a oltre 969mila; quasi 670mila sono le guarigioni, mentre più di 10mila sono i deceduti in tutta la regione.

coronavirus_lazio_boleltitno_9_02_22-2

La campagna vaccinale

Prosegue anche la campagna vaccinale; numeri importanti, come ha spiegato oggi l’assessore regionale alla Sanità D’Amato arrivano anche dalle farmacie dove sono stati somministrate oltre 360mila dosi; con questi numeri il Lazio è la prima regione in Italia, “punto di riferimento importante per i cittadini”, le farmacie £stanno svolgendo un lavoro straordinario sia per lo screening e sia come contributo alla campagna di vaccinazione” ha commentato D’Amato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: altri 40 decessi nel Lazio. I casi sono 7.996, meno bambini tra i ricoverati

LatinaToday è in caricamento