rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Il punto della situazione

Coronavirus, D’Amato: “Trend dei casi in calo nel Lazio. Se si consolida è l’inizio della discesa”

Il punto dell’assessore regionale alla Sanità che fa il punto anche sulla campagna vaccinale: nel Lazio 250mila persone senza neanche la prima dose; gennaio si chiude con 3,5 milioni di richiami

Trend dei casi da coronavirus nel Lazio in diminuzione: a scattare la fotografia sulla situazione attuale è l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato che anticipa così i dati che saranno contenuti nel bollettino che poi sarà diffuso nel pomeriggio di oggi, lunedì 31 gennaio.

“I casi odierni sono circa la metà rispetto al giorno precedente e soprattutto sono inferiori rispetto alla scorsa settimana. Questo trend - spiega D’amato -, se consolidato, potrebbe indicare una discesa della curva. E’ un segnale incoraggiante che non deve farci perdere di vista l’obiettivo di raggiungere entro metà febbraio il 90% della copertura della popolazione adulta con dose booster”.

L’occasione è buona anche per fare il punto della situazione sulla campagna vaccinale al termine di un mese importante come quello di gennaio che ha visto l’esplosione anche nel Lazio della variante Omicron - secondo gli ultimi dati diffusi dalla Regione ormai al 95% - ed una crescita importante della curva dei contagi. L’arma, come ribadito più volte dall’assessore regionale, resta infatti quella del vaccino.

“Questo mese si conclude con circa 3,5 milioni di dosi booster somministrate, pari al 72% della popolazione over 18 (adulta). La classe di età più resistente alla vaccinazione è 40-49 anni, nel Lazio ci sono ancora più di 70mila cittadini in questa fascia non vaccinati. Viceversa - ha spiegato D'amato -, c’è stato un deciso recupero della fascia 50-59 anni, dove attualmente risultano 40mila circa le persone non vaccinate, anche nella fascia 30-39 anni ci sono ancora circa 40mila non vaccinati. Va decisamente meglio con i ventenni dove risultano circa 15mila non vaccinati. Complessivamente sono 250 mila ancora le persone non vaccinate nel Lazio, mentre nell’ultima settimana sono state oltre 32mila le prime dosi di vaccino”.

Ricordiamo che da domani entra in vigore l'obbligo vaccinale per gli over 50.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, D’Amato: “Trend dei casi in calo nel Lazio. Se si consolida è l’inizio della discesa”

LatinaToday è in caricamento