rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità

Anticorpi monoclonali: nel Lazio somministrazioni aumentate del 25%

Il Goretti fra i primi ospedali a sperimentare la cura, oggi utilizzata con successo. Da alcuni giorni la Regione ha messo a disposizione un numero verde per un triage telefonico

Sono aumentate del 25% in tutto il Lazio le somministrazioni di anticorpi monoclonali per i malati di covid. Ad annunciarlo è l'Unità di crisi del Lazio. Pochi giorni fa la Regione ha istituito il numero verde 800 118 800 per effettuare un triage telefonico e la valutazione dei requisiti per l'arruolamento nella cura. 

"Grazie alla campagna di sensibilizzazione in corso - spiega l'Unità di crisi del Lazio - sono aumentate le somministrazioni degli anticorpi monoclonali. Complessivamente nel Lazio sono stati somministrati oltre 2mila e 300 anticorpi monoclonali con un incremento del 25%". Tra i requisiti l'età over 65 e l'esistenza di pregresse patologie. Le somministrazioni possono avvenire non solo in uno dei 15 centri del Lazio abilitati ma anche a domicilio a seconda delle indicazioni cliniche del paziente. I monoclonali rappresentano la cura più efficace contro la progressione grave della malattia, se somministrati entro i primi giorni dalla scopera della positività. 

Fra i centri autorizzati c'è anche l'ospedale Goretti di Latina, dove gli anticorpi sono stati sperimentati fin dall'inizio e ora vengono regolarmente utilizzati nella cura del coronavirus. "Una terapia importate e uno strumento formidabile per bloccare la progressione della malattia - ha spiegato nei giorni scorsi la direttrice della Asl di Latina Silvia Cavalli - Deve essere quindi somministrata il primo possibile, prima che effettivamente la malattia cominci a dare effetti rilevanti al livello polmonari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anticorpi monoclonali: nel Lazio somministrazioni aumentate del 25%

LatinaToday è in caricamento