Attualità

Vaccini agli over 80, Simeone: "Dalla Regione più chiarezza sulla possibilità del servizio a domicilio"

Partite oggi, 1 febbraio, le prenotazioni per gli ultra 80enni. La Regione mette a disposizione un numero verde per gli anziani non autosufficienti ma non specifica se potranno farlo in casa

Si è aperta in queste ore la procedura di prenotazione per le vaccinazioni covid 19 per le persone di età maggiore o uguale a 80 anni. Nei primi 7 minuti dall’attivazione del servizio prenotazione sono già 2.200 quelle eseguite a dimostrazione dell’attenzione e della volontà delle persone di vaccinarsi. La Regione Lazio ha provveduto in questi giorni a pubblicare una dettagliata disamina delle modalità di erogazione del servizio e delle procedure di prenotazione per la somministrazione gratuita, che inizierà l’8 febbraio, della prima e seconda dose del vaccino. "Parliamo di persone di età molto avanzata - commenta il presidente della commissione regionale Sanità Giuseppe Simeone - non tutte autosufficienti, alcune sole o gravate da patologie che ne impediscono la piena mobilità, o che hanno notevoli difficoltà, anche sul piano psichico oltre che fisico, ad essere trasportate nei centri di riferimento e per le quali è opportuno prevedere l’erogazione del vaccino a domicilio".

"La Regione Lazio - prosegue Simeone - stando quanto appreso dalla stampa, ha previsto questa possibilità ma leggendo le Faq pubblicate sul sito SaluteLazio.it si nota che, per quanto concerne la possibilità di effettuare il vaccino a domicilio, c’è solo il riferimento, per le persone over80 con motivi accertati di non autosufficienza, di utilizzare il numero verde 800.118.800. Non è chiaro, stando le tante segnalazioni che stiamo ricevendo, che gli anziani che non sono in condizione di muoversi, saranno assistiti a domicilio, ricorrendo alla Asl di riferimento o al proprio medico di base, al fine di non impattare sui disagi e le fragilità che già vivono. Inoltre, per quanto concerne le prenotazioni, considerato che il numero di persone che intendono vaccinarsi è altissimo, crediamo sia opportuno, al fine di non incorrere in disagi legati all’accesso al sito dedicato che potrebbe intasarsi con facilità, aumentare l’offerta e, contestualmente, le linee telefoniche dedicate già prese d’assalto. Per questa ragione, raccogliendo l’appello dei cittadini, ho inviato una nota al presidente della Regione Lazio, Zingaretti, all’assessore alla sanità, D’Amato, e al direttore della direzione regionale salute Annicchiarico, chiedendogli di rendere più chiara l’informazione inerente la possibilità, e le modalità, per gli over 80 non autosufficienti per diversi motivi, di poter ricevere le dosi di vaccino direttamente a domicilio, nonché di implementare i sistemi, linee telefoniche e accessi web, per le prenotazioni stesse. Il tutto al fine di dare a chi oggi ha sofferto e sta soffrendo maggiormente la violenza di questo virus la possibilità rapida ed immediata di vaccinarsi aprendo una finestra concreta sul proprio futuro"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini agli over 80, Simeone: "Dalla Regione più chiarezza sulla possibilità del servizio a domicilio"

LatinaToday è in caricamento