Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Lazio più vicino alla zona bianca, Zingaretti: “La nostra una comunità responsabile”

Il presidente della Regione: “Confido, se i dati continueranno così, intorno a metà giugno di arrivare in zona bianca. Il virus cambia e colpisce, le prudenze ci stanno portando a tornare alla normalità”

Sembra essere sempre più vicina la zona bianca anche per il Lazio. Numeri alla mano - se verranno confermati anche la prossima settimana - la data dovrebbe essere quella del 14 giugno. Lo ha detto l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’amato nei giorni scorsi e lo ha ribadito anche ieri commentando i dati dell’ultimo bollettino: “Nel Lazio Rt ed incidenza sono da zona bianca”.

Mentre si attende il report settimanale del monitoraggio in seguito al quale il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà l’ordinanza con cui viene aggiornata la suddivisione in fasce delle regione italiane - e che salvo stravolgimenti dell’ultima ora dovrebbe portare Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto in zona bianca - sono stati anticipati dallo stesso D’Amato alcuni dei dati che interessano il Lazio: l'indice Rt è a 0.65, mentre l'incidenza è a 35 casi ogni 100mila, per la seconda settimana consecutiva quindi sotto la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti (ricordiamo che il passaggio in zona bianca avviene se l'incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive).

Non sembra più un’utopia, dunque, il raggiungimento della zona bianca anche per il Lazio. Dal 14 giugno, quindi, anche nella provincia pontina si potrebbero allentare ulteriormente le maglie delle restrizioni volute dal Governo per il contrasto alla diffusione del coronavirus. E di questo ha parlato anche il presidente della Regione Nicola Zingaretti a Tg2 post. “Sono molto contento della mia comunità perché il Lazio è stata la regione più tempo in zona gialla. Confido, se i dati continueranno così, intorno a metà giugno di arrivare in zona bianca". "Questo - ha poi aggiunto - non ce lo ha regalato nessuno, c'è stata una comunità responsabile e le misure hanno funzionato - sottolinea - C'è stato tanto dibattito sul coprifuoco, ma non erano follie, era la forma per arrivare a questo risultato. Il virus cambia e colpisce, le prudenze ci stanno portando a tornare alla normalità”.

Zingaretti ha fatto riferimento anche alla campagna vaccinale che in quello di giugno vede il mese decisivo per l’ulteriore accelerazione con il coinvolgimento anche delle fasce più giovani. “Abbiamo iniziato con gli open day e ora con gli open week per i 18enni e i maturandi per dare loro un segnale culturale e psicologico che ci preoccupiamo di loro. E' giusto, perché arriva l'estate e hanno fatto la dad, che vivano l'estate in modo sereno e sicuro”.

Intanto proprio nella giornata di ieri la Regione ha ufficializzato il calendario con le nuove date per le prenotazioni per gli under 40. Diverse tappe che a partire dalle 24 di domenica 6 giugno porteranno progressivamente all’apertura delle vaccinazioni anche per le fasce più giovani, fino a quella dei ragazzi di età compresa tra i 12 e i 16 anni.

Vaccini nel Lazio: prenotazioni per fasce di età: le nuove date 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio più vicino alla zona bianca, Zingaretti: “La nostra una comunità responsabile”

LatinaToday è in caricamento