Attualità

Coronavorus: “Martina e la sua luna” scende in campo, donazioni per la Asl di Latina

L’associazione ha consegnato due camper per i controlli domiciliari da parte degli operatori e si è impegnata per l'acquisto di attrezzature necessarie al personale sanitario

Anche l’associazione “Martina e la sua Luna, creata in ricordo della giovane studentessa Martina Natale prematuramente scomparsa due anni fa, è scesa in campo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Nella mattinata di ieri la onlus ha consegnato alla Asl di Latina due camper per consentire agli operatori sanitari di effettuare i controlli domiciliari.

“Martina e la sua Luna nasce con lo scopo di sostenere i bambini malati oncologici, donando loro la possibilità di sorridere. Affinché questo sia ancora realizzabile - spiegano dall’associazione -, la onlus ha ritenuto che il suo aiuto ora dovesse avere un abbraccio più ampio, perché in un’emergenza come questa del Covid-19, tutti sono chiamati a fare quanto è nelle proprie capacità per dare una mano: dallo stare semplicemente chiusi in casa (che è un aiuto ENORME) al sostegno concreto delle strutture sanitarie che sono in grande difficoltà”. 

Alla luce di questo si è messa in moto per capire cosa al momento fosse più urgente e utile reperire e ha proposto alla Asl di Latina di affittare dei camper per consentire al personale sanitario di effettuare i controlli domiciliari in totale sicurezza; "i mezzi - spiega l'associazione - consentiranno al personale sanitario di vestirsi e svestirsi in modo tutelato dopo ogni controllo, anziché farlo per strada, e di smaltire i rifiuti nel modo più corretto". La onlus ha quindi offerto alla Asl di affittarli a proprie spese e contattato la società di noleggio Indie Campers, che opera in Portogallo ma con sedi in tutta Italia, chiedendo l’affitto di 2 camper per 30 giorni. E qui ha inizio la magia: perché la Indie Campers ha rilanciato offrendoli gratuitamente per 2 mesi.  

"Martina e la sua Luna" in conseguenza di questo investirà i soldi che aveva preventivato per i camper nell’acquisto di tutte le attrezzature necessarie al personale sanitario, a cui va “un grazie di cuore, per tutto quello che stanno facendo ormai da 3 settimane e chissà per quanto ancora. Grazie a loro e tutti quelli che continuano a tenere aperti gli esercizi che ci garantiscono la sussistenza” si legge sui canali ufficiali di Martina e la sua Luna. “Abbiamo una luna in cielo che indossa occhiali, anfibi e riccioli rossi, che ci sorride ogni notte e ci dà la speranza di credere che tutto questo passerà e che davvero #andràtuttobene”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavorus: “Martina e la sua luna” scende in campo, donazioni per la Asl di Latina

LatinaToday è in caricamento