Coronavirus Nettuno, 5 casi in più in un giorno: sale a 41 il numero dei positivi

L’ultimo aggiornamento dal Comune; emanata dal sindaco un’ordinanza con disposizioni per la spesa. Ad Anzio i contagi salgono a 11

Un importante aumento di 5 casi è stato registrato nelle ultime 24 ore a Nettuno dove i contagi da coronavirus salgono ora a 41. 

E’ l’Amministrazione, come di consueto, a fornire un quadro completo della situazione dopo i dati forniti dal bollettino della Asl Roma 6. “Si tratta - spiega il Comune - di due carabinieri, colleghi dell’uomo già risultato positivo e che già si erano posti in isolamento volontario ai primi sintomi simil-influenzali tipici del Covid-19, una donna di 98 anni, un uomo di 41 anni e un uomo di 53". Sottoposti a tampone altri 19 carabinieri dopo il primo caso di contagio. 

Nella serata la Asl Roma 6 ha informato il sindaco Coppola, fa sapere lo stesso primo cittadino, "che i tamponi effettuati sui carabinieri colleghi del militare risultato positivo il 21 marzo scorso, sono risultati negativi tranne che per due casi. Uno, oltre ai due comunicati stamattina, è risultato positivo al Covid-19 ed è stato preso in carico dalla Asl di Latina competente vista la residenza del soggetto nel capoluogo pontino, mentre un altro dovrà ripetere il tampone che ha dato esito nullo per un errore di laboratorio".

Coronavirus Nettuno: disposizioni per la spesa

Sempre nella giornata di oggi il sindaco di Nettuno Alessandro Coppola ha emesso un’ordinanza con ulteriori misure da adottare per il contenimento dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Covid-19. “Con decorrenza immediata e fino al 3 aprile - spiegano dal Comune - è fatto obbligo per tutti i cittadini di indossare la mascherina per tutti i soggetti residenti e presenti nel territorio comunale in tutti i luoghi chiusi e anche nei luoghi esterni dove potrebbe esserci un incontro ravvicinato di persone. In tutti gli uffici pubblici e in tutti gli esercizi commerciali per la durata di apertura degli stessi dovranno essere predisposti dispenser con soluzione igienizzante o con guanti monouso, che devono essere cestinati all’uscita".

Introdotto anche “il limite di due volte a settimana per effettuare la spesa nelle medie e grandi strutture di vendita a prevalenza commerciale e per un massimo di un soggetto per nucleo familiare. Le stesse - prosegue l’Amministrazione - dovranno anche dotarsi di termoscanner per verificare la temperatura corporea degli avventori all’ingresso della struttura, consentendo l’accesso a coloro che hanno una temperatura inferiore ai 37,5° C-; garantendo le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, adottando protocolli interni di sicurezza e ricorrendo a qualsiasi dispositivo utile a limitare le forme di contagio”.

E’ vietato anche l’ingresso in giardini pubblici e parchi e il sostare sulle panchine. Infine i soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) sono obbligati a rimanere presso il proprio domicilio, limitando al massimo i contatti sociali, e a contattare il proprio medico curante. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus Anzio: i contagi salgono ad 11 

Un caso in più anche ad Anzio dove ad oggi i pazienti positivi al Covid-19 risultano essere 11. Come spiega lo stesso sindaco Candido De Angelis sei delle persone positive sono in isolamento domestico e le altre cinque sono invece ricoverate in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento