menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta dal sito della Polizia di Stato

Foto tratta dal sito della Polizia di Stato

Coronavirus, Fase 2: nuovo modulo per l’autocertificazione degli spostamenti

Con l’inizio della fase 2, a partire dal 4 maggio entrerà in vigore un nuovo modulo di autocertificazione degli spostamenti

A seguito del DPCM del 26 aprile che ha dato inizio alla cosiddetta Fase 2 delle prescrizioni per il contenimento dell’epidemia di Coronavirus, è stato redatto un nuovo modulo per l’autocertificazione degli spostamenti.

Cosa cambia

Con la riapertura di diverse categorie, commerciali e aziendali, saranno consentiti più spostamenti ma che dovranno sempre rispondere ai criteri adottati finora: stato di necessità, di salute o lavorativo. Sarà possibile recarsi presso gli esercizi commerciali che dal 4 maggio riprendono la propria attività, ma non si potrà andare a passeggio, se non per raggiungere luoghi dove effettuare la spesa o lavorare. Come è stato annunciato, si potrà andare a trovare un congiunto (persone legate da vincolo di parentela o affinità), ma occorre precisare che le visite dovranno essere contraddistinte da un motivo di reale necessità. Sarà possibile spostarsi da un Comune all’altro della propria Regione, ma sempre per motivi seri. La Polizia pone fiducia nel giudizio di ciascun cittadino pregandoli sempre di porsi la domanda “È davvero necessario spostarmi?”.

Il nuovo modulo

Nel nuovo modulo come  nel precedente, vanno indicati, oltre i propri dati anagrafici e contatti, il punto di partenza e il motivo dello spostamento. Va autocertificato altresì di non essere sottoposto al regime di quarantena e di essere a conoscenza delle regole attuali e delle sanzioni in cui si incorre autocertificando il falso.

Dove scaricare il modulo

Come è ormai consuetudine sarà possibile scaricare il modulo dal sito del Ministero degli Interni e dal sito della Polizia di Stato. Sarà possibile utilizzare anche il precedente modello, barrando le parti non più necessarie. Se non si ha la possibilità di stampare e compilare il modulo, le Forze dell’ordine preposte ai controlli ne forniranno una copia da compilare e firmare.

Le raccomandazioni

Come sempre sono quelle di uscire solo per reali necessità, e se costretti a farlo di munirsi di mascherina, diventata obbligatoria per i luoghi pubblici al chiuso, di mantenere sempre le distanze di sicurezza (anche se si indossa la mascherina), di non toccarsi il viso e di lavarsi spesso le mani o igienizzarle con gel a base d’alcol.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento