Coronavirus, a Pomezia chiusi giardini e aree per i cani. Sindaco: “Dobbiamo stare a casa”

L’ordinanza del primo cittadino per “evitare assembramenti di persone”

Chiusi tutti i giardini e le aree cani comunali di Pomezia. Questa l'ultima misura decisa per fronteggiare il dilagare del Coronavirus dal sindaco Adriano Zuccalà che ha firmato oggi, sabato 14 marzo, l’ordinanza al fine di “evitare assembramenti di persone". 

“Un provvedimento che si è reso necessario per impedire ai cittadini di riversarsi nei giardini pubblici, con bambini o cani – spiega il Sindaco – Assembramenti di persone, o anche solo passeggiate in gruppo nei parchi possono rendere inutili le misure restrittive adottate in tutto il Paese in queste settimane. Il messaggio è chiaro: dobbiamo stare tutti a casa, uscire solo in caso di vera necessità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le passeggiate, da soli o per portare a spasso i cani, sono consentite esclusivamente nei pressi della propria abitazione, ovviamente con l’obbligo per i padroni di animali di raccogliere le deiezioni canine. Sono consapevole che per ognuno di noi l’isolamento corrisponde a un sacrificio, ma è importante rispettare le indicazioni e le raccomandazioni previste. Solo così potremo tornare alla normalità il prima possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento