Coronavirus a Pomezia, il poliziotto contagiato lascia la terapia intensiva

Gli aggiornamenti dallo Spallanzani dove l’agente è ricoverato da inizio marzo: è stato trasferito nel reparto di degenza

Dopo i miglioramenti fatti registrare ieri, il poliziotto di Pomezia risultato positivo al coronavirus ha lasciato la terapia intensiva. La notizia è stata data direttamente dall’ospedale Spallanzani di Roma dove l’uomo è ricoverato dall’inizio del mese di marzo. 

“Il poliziotto appartenente al commissariato di Spinaceto, e da noi ricoverato - si legge - in giornata odierna ha lasciato la terapia intensiva ed è ospitato in reparto di degenza”. “Un ulteriore segnale positivo sul decorso clinico del paziente” ha commentato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato. 

La prima buona notizia sulle condizioni dell’agente di Torvaianica, tra i primi casi di positività al Covid-19 a Pomezia ad inizio mese, si era avuta nella giornata di ieri, quando dall’Istituto Nazionale Malettie Infettive avevano fatto sapere che l’uomo era stato estubato e aveva iniziato a respirare autonomanente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento