Giovedì, 23 Settembre 2021
Attualità

Coronavirus: a Sabaudia tornano i buoni spesa, a Priverno riattivati i servizi socio-assistenziali

Nella città delle dune riaperti i termini per la presentazione delle domande per i buoni spesa; nel centro lepino riparte il servizio di consegna di beni di prima necessità e farmaci a domicilio e non solo

Riprendono le iniziativa da parte delle Amministrazioni pontine a favore di quanti si trovano in condizione di disagio economico e sociale causato dall’emergenza coronavirus.

Tornano i buoni spesa a Sabaudia

Il Comune di Sabaudia ha pubblicato l’avviso per la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze dei buoni spesa sociali rivolte alle famiglie, anche mononucleari, che in questo momento vivono una situazione di difficoltà. Le domande possono essere inoltrate, mediante apposito modulo e con allegato il documento di identità (in corso di validità), entro e non oltre il 10 dicembre all’indirizzo di posta ordinaria sanitaistruzione@comune.sabaudia.latina.it. È anche possibile consegnare a mano l’istanza presso l’Ufficio Protocollo del Comune, esclusivamente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 12:00 alle ore 13:00.  Il nuovo avviso con dettagli e requisiti per la partecipazione e il modulo da compilare sono pubblicati sul sito istituzione del Comune alla sezione Notizie ed Informazioni. E’ possibile reperire la domanda cartacea anche presso il Segretariato Sociale, c/o Cooperativa Sociale Ninfea in via Parco Nazionale n.10. Per informazioni, contattare i numeri 353-3145709 e 353-3145516, dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00.

“È bene precisare - spiegano dal Comune - che la consegna dei buoni spesa, terminata l'istruttoria dei Servizi Sociali, avverrà previo contatto con gli aventi diritto ai numeri telefonici o indirizzi mail riportati sulla domanda. L’assegnazione verrà effettuata fino all’esaurimento delle somme trasferite al Comune dalla Protezione Civile e dalla Regione Lazio. I buoni potranno essere spesi esclusivamente negli esercizi commerciali aderenti alla iniziativa previa esibizione del documento d’identità”.

Riattivati i servizi socio-assistenziali a Priverno

A Priverno il Comune ha riattivato i servizi socio-assistenziali rivolti agli anziani, alle persone in difficoltà, con problemi di mobilità e in quarantena. Alla base c’è un accoro tra il Comune e i volontari della Croce Rossa Italiana “Comitato di Latina”, “vista la curva epidemiologica che non dà segni di tregua ma che al contrario sta costringendo una moltitudine di famiglie alla contumacia domiciliare, per garantire beni di prima necessità a coloro che sono impossibilitati ad uscire di casa”.

Cosa si può richiedere? Innanzitutto la consegna dei beni di prima necessità e farmaci a domicilio. “Il servizio - spiegano dal Comune - è rivolto agli anziani, alle persone in difficoltà, con problemi di mobilità e in quarantena”. Non solo, telefonando allo 0773-912444 risponderanno ulteriori due servizi. Primo, un sostegno psicologico: il servizio consente di richiedere il sostegno di uno psicologo che, previo appuntamento, effettuerà incontri telefonici, in collegamento da remoto o in presenza presso la sede dei Servizi Sociali. Poi l'assistenza abitativa per emergenza Covid: per tutti coloro che, convivendo con familiari positivi al Covid e impossibilitati a isolarsi in casa per evitare il contagio, potranno richiedere un intervento di sostegno abitativo alternativo per la durata della quarantena.

“Con la speranza di ritornare tutti sui propri passi - riferisce il sindaco Anna Maria Bilancia - continuiamo a lavorare per garantire alcuni servizi che riteniamo essenziali a sostegno delle fasce più deboli e dei tanti volti nascosti dietro numeri di bollettini quotidiani”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: a Sabaudia tornano i buoni spesa, a Priverno riattivati i servizi socio-assistenziali

LatinaToday è in caricamento