Coronavirus, a Sabaudia Protezioni civili a sostegno dei cittadini: parte supporto sanitario volontario

Con il progetto "Mai soli" medici e psicologi aiutano le fasce più deboli della popolazione in questo periodo di quarantena

Proseguono le attività di monitoraggio e supporto dei cittadini nell’ambito della rete di sostegno articolata in seno al centro operativo intercomunale di cui Sabaudia è capofila per il contrasto al Covid-19.

Tra le operazioni portate avanti dell’Ente in sinergia con le Protezioni civil anche la creazione di una rete di supporto sanitario volontario rivolto soprattutto alle fasce più deboli della popolazione. Tra le iniziative attivate, il progetto “Mai soli”, proposto da alcuni medici, specialisti e psicologi del territorio allo scopo di essere sempre più vicini a quanti stanno affrontando periodi di isolamento o quarantena ma anche alle persone più anziane e ai bambini, le cui esigenze sono fortemente condizionate da questo delicato momento. Proprio in quest’ottica e in quella di poter supportare, ove richiesto, il prezioso lavoro svolto quotidianamente dai medici di Medicina Generale nella costante attività di monitoraggio della popolazione, è dunque stato attivato il supporto: basta telefonare al medico o allo specialista volontario in determinate fasce orarie, oppure attivare sul proprio smartphone “IO CARE”, un app scaricabile al link www.infocomsrl.com/iocare . “IO CARE” permetterà anche al Centro Operativo Comunale di instaurare un rapporto tale da poter soddisfare puntualmente anche necessità quotidiane, quali la spesa o l’acquisto di medicinali, grazie ad un questionario compilato giornalmente.

“Colgo l’occasione per ringraziare il lavoro portato avanti con dedizione e coraggio da parte di tutti i medici, infermieri e operatori sanitari impegnanti in prima linea nella lotta al Covid-19 - sottolinea il sindaco Giada Gervasi - e tutti coloro che scelgono di aderire al progetto “Mai Soli” e in particolare Medici, Psicologi e Specialisti che mettono a disposizione della nostra comunità in maniera gratuita le proprie professionalità, le Protezioni civili con tutti i volontari che vi operano e la Infocom Srl che offre la tecnologia necessaria a coordinare con più efficacia le azioni utili a rispondere alle necessità di chi oggi è più fragile. Questa sperimentazione aiuterà a migliorare il monitoraggio sul nostro territorio e a risolvere le problematiche della quotidianità”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento