menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stagione balneare, al mare "su prenotazione" e con accessi regolamentati: le ipotesi

Riunione tra Comuni costieri e Regione Lazio. Il punto dell'amministrazione di Sabaudia

Un incontro con la Regione Lazio e i comuni del litorale per programmare in sicurezza la prossima stagione balneare. All'incontro ha partecipato anche il sindaco di Sabaudia Giada Gervasi che ha illustrato le azioni che l'amministrazione sta progettando tenendo conto della peculiarità del lungomare. 

Tra le ipotesi in campo c'è quella di regolare gli accessi in spiaggia, con una eventuale suddivisione in fasce orarie e con ingressi gestiti attraverso la prenotazione, che possa permettere il monitoraggio del flusso di bagnanti. Si sta vagliando inoltre la modalità per stabilire un congruo distanziamento tra gli ombrelloni e camminamenti obbligatori per chi scende in spiaggia. In considerazione delle caratteristiche endogene del litorale della città delle dune, si rende necessario stabilire regole certe per consentire la fruibilità delle spiagge libere garantendo sorveglianza e controllo.

Nel corso della stessa mattinata, in Comune si è svolto anche un incontro tra i capi settore competenti in materia e gli assessori Pio Tacconi (Urbanistica e Governo del Territorio) ed Emanuela Palmisani (Attività Produttive) per proseguire nell’attività, avviata da settimane, e finalizzata proprio alla gestione della stagione balneare in questo delicato momento di emergenza. Nell'occasione il primo cittadino ha illustrato quanto emerso nel precedente confronto con la Regione e i Comuni costieri per valutare le azioni da intraprendere.

L’amministrazione - ha spiegato il sindaco Gervasi - sta lavorando per far ripartire la stagione balneare qualora i provvedimenti nazionali e regionali lo consentiranno. I confronti che in questi giorni si stanno susseguendo sono finalizzati a mettere in campo tutti gli strumenti di supporto agli operatori fortemente colpiti dalla crisi in atto e al contempo garantire la pubblica fruizione dell’arenile nel pieno rispetto delle norme di sicurezza”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento