Mercoledì, 28 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus Sermoneta, contagi nelle scuole: screening agli alunni di Doganella e del centro storico

Dai tamponi è emersa la positività di quattro bambini in totale, a cui si aggiungono 8 positivi dei giorni scorsi ormai in via di guarigione. Il sindaco: "Situazione monitorata"

Attenzione alta sulle scuole anche nel comune di Sermoneta, dove l'amministrazione comunale, l'istituto comprensivo Donna Lelia Caetani e la Asl stanno monitorando con attenzione la situazione dei contagi covid all’interno della scuola primaria e secondaria di primo grado di Doganella, dove si è verificato un cluster, e presso la scuola primaria del centro storico.

"Sono state messe in campo tutte le azioni previste dal protocollo - ha spiegato ieri il sindaco di Sermoneta Giuseppina Giovannoli - Dal 22 aprile sono stati sottoposti a screening 130 bambini della scuola primaria e media di Doganella e a 25 studenti della scuola del centro storico. Dai tamponi è emersa la positività di quattro bambini in totale (1 a Doganella e 3 al centro storico), che continueranno a restare a casa fino a quando non saranno negativi". Si tratta di numeri che non sono stati ancora riportati nei bollettini della Asl degli ultimi giorni e che saranno con ogni probabilità resi noti oggi, 28 aprile. 

A questi numeri si aggiungono altri 8 bambini che erano risultati positivi una decina di giorni fa e che sono in via di guarigione."Non si esclude - prosegue ancora la Giovannoli - che i risultati dei tamponi che saranno effettuati nei prossimi giorni possano evidenziare alcune positività, sarà mia premura aggiornarvi. C’è un monitoraggio continuo e costante da parte di tutte le Istituzioni, Comune compreso, con un continuo susseguirsi di confronti per avere aggiornamenti costanti e prendere le decisioni di conseguenza. Sarà l’Istituto comprensivo, in accordo con la Asl, a decidere eventuali nuove quarantene sulla base dell’andamento dei contagi nelle varie classi. Cerchiamo di mantenere la calma e di affrontare con senso di responsabilità questa situazione: ora non serve cercare le colpe o il presunto “untore”, come purtroppo sento in giro. Comportiamoci da comunità unita e coesa come abbiamo già dimostrato in questo anno di pandemia: facciamo squadra e superiamo insieme questa situazione di emergenza, continuando a rispettare le regole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Sermoneta, contagi nelle scuole: screening agli alunni di Doganella e del centro storico

LatinaToday è in caricamento