Attualità Sermoneta

Altri 10 casi a Sermoneta, il sindaco: “Il coronavirus è subdolo non guarda in faccia nessuno”

I nuovi positivi in gran parte hanno link famililari. Il primo cittadino Giuseppina Giovannoli: “Dovete voler bene a voi stessi e ai vostri cari"

Altri 10 casi di coronavirus oggi, sabato 21 novembre, a Sermoneta, il dato più alto di questo mese e che rientrano tra i 260 rsicontrati in tutta la provincia di Latina. “Si tratta in gran parte di link familiari, una minima parte sono casi isolati ma con link noto” ha spiegato sulla sua pagina Facebook il sindaco Giuseppina Giovannoli.

“I casi stanno aumentando - ha commentato il primo cittadino -, è ora che ci si renda conto che nessuno può dire ‘a me non succederà mai’. Il virus è subdolo, non guarda in faccia a nessuno. Dovete voler bene a voi stessi e ai vostri cari: il virus viaggia con le persone, più il virus viaggia e più c'è la probabilità che ci si contagi. Facciamo attenzione ai nostri parenti più vulnerabili, rinunciare a una visita sostituendola, quando possibile, con una videochiamata non è indice di disaffezione, ma di rispetto per la loro salute”.

“Il momento è delicato - conclude il sindaco Giovannoli -, ciascuno deve fare la propria parte. Rispettiamo le regole: mascherine, distanziamento ed igienizzazione. Torneremo ad abbracciarci, questa emergenza finirà ma prima di allora dobbiamo proteggere noi e i nostri cari. Conto sul senso di responsabilità di ciascuno di voi”.

Coronavirus a Latina e nel Lazio: tutte le notizie

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altri 10 casi a Sermoneta, il sindaco: “Il coronavirus è subdolo non guarda in faccia nessuno”

LatinaToday è in caricamento