Coronavirus Sezze, altri 10 casi positivi. Il sindaco: "Non vedo altra strada se non aumento di restrizioni"

Il commento del primo cittadino Sergio Di Raimo dopo l'aumento di casi nel paese lepino e nel resto della provincia. Si tratta ancora di cluster familiari

Altri 13 casi di positività al covid nella città di Sezze annunciati oggi, 14 novembre, dal sindaco Sergio Di Raimo e che probabilmente compariranno sull'odierno bollettino della Asl. Si tratta di contagi che a familiari già refertati nei giorni scorsi.

"Non riesco a capire le motivazioni per le quali, dopo aver superato la prima ondata , tutto il mondo si è fatto trovare impreparato a questa seconda ondata - commenta il primo cittadino sul suo profilo Facebook - compresa l'Italia che registra un numero di contagi giornalieri che fa paura, un sistema sanitario in grosse difficoltà e un numero di decessi che si mantiene alto. La perdita di affetti che abbiamo avuto nei giorni scorsi deve farci riflettere e soprattutto deve far riflettere chi ancora non si rende conto della drammaticità della situazione e continua a non indossare la mascherina e a non rispettare le distanze. Non vedo altra strada se non un aumento delle restrizioni. Mi rendo conto che queste creano anche danni diversi, di tipo economico, culturale e sociale ma senza la salute il resto conta poco o niente".

Nei giorni scorsi il paese lepino ha pianto due vittime di covid, tra cui un vigile urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina: sono 119 i nuovi casi positivi in provincia. Un altro decesso

Torna su
LatinaToday è in caricamento