Attualità

Coronavirus Terracina, attivo il drive in permanente. I risultati dei test rapidi sugli studenti

Dal 7 al 15 gennaio lo screening riservato al mondo della scuola: 1098 i test fettuati, 24 i positivi. Mentre da oggi all’esterno dell’ospedale è operativo il drive in permanente gestito dalla Asl

Anche Terracina si è mobilitata in vista del rientro a scuola in presenza con una campagna di screening. Dal 7 al 15 gennaio, infatti, presso lo stadio comunale Mario Colavolpe è stato messo a disposizione dal Comune un drive in riservato agli studenti per effettuare tamponi rapidi antigenici.

Gestito dalla locale Unità Territoriale della Croce Rossa Italiana e con il supporto logistico dei volontari della Protezione Civile, l’accesso è stato esteso anche al personale scolastico. Un bilancio al termine della campagna è stato fatto dalla stessa Amministrazione. “Al servizio di prenotazione del Comune sono pervenute 1115 richieste dal mondo della scuola: 533 prenotazioni sono pervenute dagli studenti della scuola di primo grado, 410 dalle scuole di secondo grado, 8 da studenti di Terracina che frequentano scuole di altri comuni e 164 dal personale scolastico. I tamponi realmente effettuati in totale sono stati 1098 (alcuni hanno rinunciato) e le positività emerse sono state 24”.

Coronavirus Terracina: attivo il drive in permanente

Da oggi, martedì 19 gennaio, invece, è attivo negli spazi esterni dell’ospedale Fiorini, il drive in permanente gestito dalla Asl. L’avvio del servizio è stato accolto con particolare soddisfazione dall’Amministrazione e sincera gratitudine nei confronti della Asl. Lo stesso Comune nei mesi scorso aveva più volte richiesto l’attivazione di un presidio permanente funzionale al controllo, monitoraggio e prevenzione della diffusione del coronavirus all’interno del territorio. Il drive in si affianca al prezioso servizio dei medici di base e dei pediatri che hanno avviato lo screening lo scorso 21 dicembre, usufruendo dei locali di Borgo Hermada messi a disposizione dal Comune.

“È comunque giusto ricordare - conclude l’Amministrazione - che i tamponi fotografano la situazione al momento della loro effettuazione e che l’esecuzione del test non garantisce di certo l’immunità poiché è sufficiente anche una leggerezza dieci minuti dopo per rischiare il contagio. Si continua quindi a raccomandare tanta attenzione e prudenza negli atteggiamenti, le armi più efficaci per arginare l’epidemia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Terracina, attivo il drive in permanente. I risultati dei test rapidi sugli studenti

LatinaToday è in caricamento