rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Vaccino, Zingaretti: “Chi lo rifiuta è un privilegiato che mette in pericolo la vita degli altri”

Le parole del presidente della Regione dopo il successo del primo open day over 40: “E’ la miglior risposta alle follie no vax"

Il vaccino funziona, chi lo rifiuta è un privilegiato che mette in pericolo la vita degli altri, la nostra libertà e la possibilità di uscire da questo incubo”: queste le parole del presidente della Regione Nicola Zingaretti che commenta anche l’importante risultato degli open day over 40 (per coloro che hanno superato i 180 giorni dalla seconda dose) che ieri si sono tenuti in alcuni hub vaccinali del Lazio.

La miglior risposta alle follie no vax” dei giorni scorsi, ha scritto il governatore sulla sua pagina Facebook, “è il successo degli open day della Regione Lazio per gli over 40. Grazie a tutti coloro che hanno garantito queste giornate e a chi si sta vaccinando per la seconda e terza dose. Il 20 novembre di un anno fa nel Lazio c’erano 74.000 persone in isolamento oggi 13.000, 3200 ricoveri ieri 613. Il mio pensiero va a tutti gli operatori della sanità che da due anni sono in trincea per curare e salvare vite umane. Ieri contro il virus, oggi contro la follia umana perché il virus sappiamo come sconfiggerlo”.

Visto il buon esito dell’iniziativa la Regione sta valutando l’ipotesi di replicare anche la prossima settimana. Nel Lazio è stata superata la soglia di 9,1 milioni di dosi dall’inizio della campagna vaccinale; in prevalenza sei tratta di dosi booster, ma secondo il bollettino di ieri, per il secondo giorno consecutivo, c’è stato anche un aumento delle somministrazioni  delle prime dosi “E’ significativo .- aveva già commentato sabato l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato - perché si stanno convincendo anche i più ostinati”.

Anche per quanto riguarda la provincia di Latina i numeri delle vaccinazioni stanno tornando su livelli importanti. Secondo il bollettino sul coronavirus di ieri diffuso dalla Asl, nelle 24 ore precedenti erano state somministrate 1.768 dosi, uno dei dati più alti degli ultimi giorni; per quasi il 63% si è trattato di terze dosi, per il 22% di seconde e per quasi il 15% di prime dosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino, Zingaretti: “Chi lo rifiuta è un privilegiato che mette in pericolo la vita degli altri”

LatinaToday è in caricamento