Mercoledì, 17 Luglio 2024
Ambiente / Priverno

I detenuti e i volontari di Plastic Free ripuliscono dai rifiuti il lungofiume dell'Amaseno

L’iniziativa della onlus impegnata nel contrastare l’inquinamento da plastica insieme a Seconda Chance, l’associazione del terzo settore che fa da ponte tra carceri e aziende per creare opportunità di reinserimento

Altra iniziativa in difesa dell’ambiente da parte dei volontari Plastic Free, con la collaborazione questa volta dei detenuti che hanno aderito al progetto "Seconda Chance”. L’evento in scena nella giornate di domenica 7 maggio in tre città italiane, tra cui quella di Priverno, oltre a Palmi e Bologna. 

Un nuovo sodalizio contro il degrado ambientale che ha visto protagonisti Seconda Chance, associazione del terzo settore che fa da ponte tra carceri e aziende per creare opportunità di reinserimento, e Plastic Free, la onlus impegnata dal 2019 nel contrastare l’inquinamento da plastica. Protagonisti 46 detenuti provenienti da 5 carceri nazionali (Bologna, Frosinone, Laureana di Borrello, Locri e Palmi), guidati nelle operazioni di bonifica delle aree degradate dai numerosi volontari emiliani, laziali e calabresi dell’associazione ambientalista. Tanta la plastica e i rifiuti raccolti ma ancor di più i sorrisi e l’entusiasmo sul volto dei carcerati.

Nella provincia di Latina l’iniziativa, che ha visto una grande partecipazione, c’è stata a Priverno dove è stato ripulito il lungofiume dell' Amaseno. A seguire il gruppo ha fatto visita all'abbazia di Fossanova e concluso la giornata con un piccolo rinfresco offerto dal Comune di Priverno. E’ intervenuta all'evento di raccolta anche l’Amministrazione del centro lepino rappresentata dal sindaco Anna Maria Bilancia, oltre al referente regionale di Plasticfree Emanuele Pirrera e a quello provinciale Adriano Salvatori.  

Un secondo appuntamento ha visto protagonisti sempre ieri i volontari della onlus a Pontinia con lo spettacolo di danza al teatro Fellini (nella foto in basso). “Dopo due anni di intensa collaborazione - viene spiegato -, Plastic Free e DanzArte si fondono in uno spettacolo unico nel suo genere. Danza e rispetto per l'ambiente la fanno da padrone in una serata all'insegna del vivere ecosostenibile”. Il ricavato verrà devoluto all'associazione. All’evento hanno partecipato il referente provinciale di Plastic Free Salvatori Adriano e la referente per il comune di Pontinia Daniela Lombardi e l'associazione DanzArte di Margherita e Benedetta Catone.

plastic free danzarte pontinia spettacolo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I detenuti e i volontari di Plastic Free ripuliscono dai rifiuti il lungofiume dell'Amaseno
LatinaToday è in caricamento