menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il direttore generale della Asl Casati lascia Latina, una targa di ringraziamento dal sindaco

Il primo cittadino: “Manager di grande competenza, la riconoscenza della comunità pontina”. I saluti anche del presidente della Provincia Medici

Il direttore generale della Asl Giorgio Casati, dopo cinque anni, si appresta a lasciare Latina. Proprio oggi è stato l’ultimo giorno di servizio presso l’Azienda Sanitaria locale per il manager che si prepara a ricoprire ora un altro importante incarico lontano dalla provincia pontina.

In segno di gratitudine, e a nome di tutta la città di Latina, il sindaco di Latina Damiano Coletta gli ha consegnato oggi una targa ”per l'attività svolta, condotta con costante impegno, lungimiranza e professionalità".

“Con il direttore generale Casati – ha detto il primo cittadino – c’è sempre stato un intenso rapporto di collaborazione e un confronto costante visto anche il mio ruolo di Presidente della Conferenza socio-sanitaria dei Sindaci della Provincia. In questi anni ho potuto apprezzare tutta la sua competenza e professionalità, qualità che sono emerse nitide anche durante gli ultimi 12 mesi, forse i più difficili, perché segnati da questa terribile pandemia. Ci tengo particolarmente a ringraziare il Direttore Casati per il lavoro svolto al servizio della nostra comunità. Colgo l’occasione per augurargli le migliori fortune per il futuro”.

Anche il presidente della Provincia Carlo Medici ha rivolto oggi i suoi saluti al direttore Casati. “Durante il suo mandato alla guida dell’Azienda sanitaria pontina – ha detto Medici – Casati ha raggiunto importanti risultati ma soprattutto si è trovato a gestire l’emergenza più grave e preoccupante degli ultimi decenni, quella causata dal Covid. Nel ringraziarlo per la grande professionalità con la quale ha affrontato l'emergenza conseguente alla pandemia organizzando al meglio strutture e risorse sul territorio gli faccio i miei auguri per i nuovi impegni che lo attendono”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento