Attualità

Donazione multiorgano al Goretti: un gesto di generosità che potrà salvare altre vite

La decisione dei familiari di un uomo che ha donato il fegato e i reni a favore dei centri trapianti di Palermo e Tor Vergata. Ennesimo prelievo multiorgano all’ospedale di Latina

Grazie alla generosità della famiglia di un uomo che ha donato il fegato e i reni sarà ora possibile salvare altre vite. E’ avvenuto lo scorso 18 maggio all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina l’ennesimo prelievo multiorgano.

Dopo il decesso dell’uomo, la decisione della famiglia che ha acconsentito alla donazione di fegato e 2 reni a favore dei centri trapianti di Palermo ISMETT e Roma Policlinico Tor Vergata “Da circa un anno dall’istituzione del Coordinamento Aziendale per la donazione di organi e tessuti, formato da un team multidisciplinare coinvolto nel processo donativo, in stretta collaborazione con il Centro Regionale Trapianti Lazio - fanno sapere dalla Asl di Latina -, le donazioni multiorgano del Goretti sono aumentate. Un grazie di cuore va alla famiglia del donatore che con il suo gesto di amore ed altruismo per il prossimo ha permesso di salvare vite”.

Dall’Azienda sanitaria locale ricordano poi che ogni cittadino maggiorenne può esprimere il proprio consenso o dissenso finalizzato alla donazione di organi e tessuti dopo la morte attraverso una delle modalità previste dalla legge, richiamate dal sito internet del Centro Nazionale Trapianti (https://www.trapianti.salute.gov.it/):

- presso gli uffici anagrafe dei Comuni al momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità;
- firmando il modulo presso la ASL di Latina, presso la Direzione Sanitaria dell’Ospedale S. Maria Goretti (tel. 0773 6553471; email: coordinamentodonazione.organitessuti@ausl.latina.it);
- compilando il tesserino del CNT o il tesserino blu del Ministero della Salute, oppure una delle donor card distribuite dalle associazioni di settore, da stampare e conservare tra i propri documenti personali;
- compilando l’atto olografo della Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (AIDO); 
- riportando la propria volontà su un foglio bianco, comprensivo di data e firma, da custodire questa dichiarazione tra i propri documenti personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donazione multiorgano al Goretti: un gesto di generosità che potrà salvare altre vite

LatinaToday è in caricamento