Venerdì, 12 Luglio 2024
Attualità

Ex Banca d’Italia ed ex Garage Ruspi all’università: “Così si rivitalizza l’intero centro città”

L’intervento del presidente della Camera di Commercio Acampora: “Oggi contiamo 4200 iscritti, la metà fuori sede. Accrescere questi numeri significa attirare investimenti, con ricadute positive su un intero indotto, generando crescita, occupazione e sviluppo economico”

Si continua a parlare della decisione dell’amministrazione comunale di Latina di affidare in gestione all’università La Sapienza di Roma le sedi dell’ex Banca d’Italia e dell’ex Garage Ruspi. Una decisione che riceve il plauso in queste ore - dopo le aspre critiche dell’opposizione - del presidente della Camera di Commercio, Giovani Acampora. 

“Fare in modo che questi edifici si trasformino in spazi per l’università significa rivitalizzare l’intero centro cittadino dando nuova linfa alle attività commerciali - ha detto Acampora -. Portare i giovani studenti all’interno della città con queste nuove sedi, significa raddoppiare gli effetti positivi che già abbiamo sperimentato esserci nelle zone attigue alla facoltà. Oggi contiamo 4200 iscritti, la metà dei quali è rappresentata da studenti fuori sede. Accrescere questi numeri significa attirare investimenti, con ricadute positive su un intero indotto, generando crescita, occupazione e sviluppo economico”. 

Due immobili storici a disposizione dell’università rappresentano per Acampora un’occasione unica per il nostro territorio su cui, ormai dal 1990, La Sapienza opera. Come presidente della Camera di Commercio Frosinone Latina, mi sento di poter affermare convintamente che questa ‘operazione’, insieme al trasferimento dei nostri uffici presso lo storico edificio di via Diaz, che si trova in una posizione baricentrica tra queste due strutture, avrà ricadute positive sulla città e sul suo tessuto economico e imprenditoriale. Nella nuova sede dell’ente camerale sorgerà anche un centro convegni a disposizione della collettività e questo immobile di grande pregio, che vanta una lunga storia partita nel 1934, per opera dell’architetto Oriolo Frezzotti, vedrà una nuova luce”. 

Ma non solo per il presidente Acampora, “avere a Latina gli spazi idonei alla nascita di nuove facoltà significa anche puntare sulla formazione che, da sempre, la nostra Camera di Commercio considera strategica. Questo è l’anno europeo delle competenze e la formazione sarà l’asset fondamentale per abilitare i nostri giovani a conoscenze ormai indispensabili per il salto di qualità al quale è chiamato il nostro Paese, che dovrà ora necessariamente puntare sui driver legati all’innovazione, alla ricerca e alle nuove tecnologie. Inoltre - conclude il presidente -, la riconversione di questi immobili e la rivitalizzazione degli spazi circostanti del centro città porterà un notevole contributo anche in termini di sicurezza e legalità consentendo la trasformazione di aree abbandonate in zone vive pullulanti di giovani, di idee e di voglia di guardare insieme al futuro partendo da un nuovo volto della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Banca d’Italia ed ex Garage Ruspi all’università: “Così si rivitalizza l’intero centro città”
LatinaToday è in caricamento