menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conte: "Dati incoraggianti, affrontiamo la fase 2 con prudenza". Niente autocertificazioni

Il 18 si prepara la riapertura delle attività commerciali, bar e ristoranti. Prossime date: 25 maggio per le palestre e 15 giugno per cinema e teatri

Dopo essere stato firmato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il decreto legge sulle riaperture approvato da Governo e Regioni è stato anche pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di sabato 16 maggio, con il testo integrale del provvedimento. 

Decreto riaperture, la conferenza stampa di Conte

Il premier Giuseppe Conte ha parlato oggi in conferenza stampa del nuovo decreto: "Affrontiamo la fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza". Dal 18 maggio non ci saranno le autocertificazioni, ma resterà il divieto di assembramenti e la distanza di un metro. 

''Raccomandiamo di portare sempre la mascherina, di metterla sempre al chiuso ma anche all'aperto se non c'è possibilità di rispettare le distanze''.

"Stiamo affrontando un rischio calcolato - ha aggiunto il premier - nella consapevolezza che la curva epidemiologica potrebbe tornare a salire. I nostri principi rimangono gli stessi, prima di tutto la tutela della vita e della salute dei cittadini, e non sono negoziabili. Ma li dobbiamo declinare diversamente in questa fase. Stiamo affrontando questo rischio e lo stiamo accettando, altrimenti non potremmo ripartire. Dovremmo aspettare la scoperta del vaccino, ma non ce lo possiamo permettere".

Il presidente del Consiglio ha anche fornito date sulle prossime riaperture: dal 25 maggio ripartono palestre, piscine e centri sportivi, mentre dil 15 giugno sarà la volta di teatri e cinema. "Affrontiamo questa fase 2 con la voglia di ricominciare ma con prudenza - ha aggiunto - I dati incoraggianti ci confermano che gli sforzi collettivi fin qui fatti hanno prodotto i risultati attesi. E' sceso il numero dei contagiati, dei malati e dei decessi, ed è aumentato il numero dei guariti. Abbiamo potenziato le strutture ospedaliere con nuovi posti di terapia intensiva e sub intensiva, abbiamo aumentato controlli con tamponi e test e stiamo per sperimentare la app 'Immuni'. Siamo nella condizione di affrontare questa fase con fiducia ma anche senso di responsabilità", sottolinea il presidente del Consiglio". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento