rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
La rassegna / Gaeta

Gaeta si illumina ancora con le “Favole di Luce”: accese le luminarie in città

Al via la VII edizione della rassegna ormai un appuntamento tradizionale delle festività natalizie. Durerà oltre due mesi e mezzo fino al 15 gennaio con installazioni e proiezioni artistiche, spettacoli e tanti appuntamenti

Si illumina ancora Gaeta con le "Favole di Luce": sono state accese nel pomeriggio di sabato 29 ottobre le luminarie che traghetteranno la città del Golfo fino alle festività di Natale e ben oltre. L’evento, anche per questa settima edizione, ha visto una grande partecipazione di pubblico tra cittadini, turisti e visitatori giunti anche da fuori città per ammirare la magia e lo splendore delle luminarie che sono ormai diventate un tradizionale appuntamento. 

Per oltre due mesi e mezzo, fino al 15 gennaio, fantastiche installazioni e proiezioni artistiche illumineranno i monumenti e i bastioni della città, ma non solo, perché il ricco programma di “Favole di Luce” comprende anche spettacoli, passeggiate storiche, alla scoperta dei vicoli medievali e del patrimonio culturale di Gaeta, e appuntamenti. 

Favole di Luce a Gaeta: tutto il programma degli eventi

Favole di Luce a Gaeta

Saranno 14 le installazioni che illumineranno la Città: “Come in un quadro”, nel Quartiere La Piaja; “L’ancora”, in Località Peschiera; “Torre Eiffel”, in Villa delle Sirene; “La palmeraie des lumières”, in Lungomare Caboto; Piazza Capodanno e Piazza Sapienza ospiteranno rispettivamente “Il Drago Zu”, e la “Torre di Pisa”; Corso Cavour brillerà con una delle novità di questa edizione, “Le renne scintillanti”, mentre Piazza XIX Maggio sarà lo scenario de “I misteri dell’antico Egitto”; in Via Marina di Serapo si potrà ammirare l’“Arena Waterpolo”; “Il regalo luccicante” sarà presente tra Porta Carlo V e Porta Carlo III, all’ingresso del quartiere medievale; “Star Avenue” illuminerà il Viale degli Innamorati, mentre poco più avanti, si potrà incontrare l’“Amerigo Vespucci”; nel cuore del centro storico, si rimarrà incantati da “L’acquario delle meraviglie” in Villa Traniello, e da “Lo scoiattolo giocherellone”, in Via Bausan. Inoltre, Gaeta celebra quest’anno anche l’VIII centenario della presenza in città del “poverello di Assisi” - sia attraverso lo spettacolo incantato della Fontana di San Francesco, che con le suggestive proiezioni artistiche che saranno raffigurate sul Tempio neogotico a lui dedicato -, ma anche il 160° anniversario del legame che unisce Gaeta e la Marina Militare. Le proiezioni sono state inserite nella 4ª edizione di “Gaeta Visual Designer”, iniziativa che si terrà dal 5 novembre al 31 dicembre, con il contributo della Regione Lazio, e interesserà anche la chiesa dei SS. Cosma e Damiano, piazza Mazzoccolo, piazza Mare all’Arco, piazza Buonomo, piazza XIX Maggio, piazza Mons. Di Liegro, piazza della Libertà, i Bastioni Carlo V e La Favorita, e lungomare Caboto. Ci saranno poi tante attrazioni anche per i più piccini, con le sfilate dei Babbi Natale, gli spettacoli di Pulcinella, il villaggio incantato di Babbo NataleSi accendono le luminarie 

Ecosostenibilità e destagionalizzazione 

A dare il via alla rassegna è stato sabato il sindaco Cristian Leccese che ha raccolto il testimone dell’ex primo cittadino Cosmo Mitrano sotto la cui Amministrazione la manifestazione ha preso vita, manifestazione che come ogni anno nel suo primo giorno ha anche incantato con la magia della Fontana di San Francesco con i suoi giochi di acqua, luci, colori e musiche. “Sarà un evento all’insegna delle novità e dell’ecosostenibilità, che assume per il nostro territorio un’importanza strategica, soprattutto dal punto di vista della destagionalizzazione del turismo locale e di promozione del nostro patrimonio" aveva detto nei gironi scorsi il sindaco Leccese presentando l'evento -. Le mille e una luce faranno sognare tutti, proiettando ancora una volta Gaeta verso la crescita e lo sviluppo, non solo economico ma soprattutto socioculturale”. E sulle tematiche dell’ecosostenibilità e del risparmio energetico, “visto il particolare momento storico che stiamo vivendo” erano intervenuti nei giorni scorsi proprio dal Comune. “Infatti - è stato spiegato -, grazie ad un sistema di timer saving, che permetterà lo spegnimento delle luci all’1:30, ai proiettori di nuova tecnologia e all’utilizzo di led al 100%, è garantito un abbattimento degli assorbimenti di almeno il 35/40%. Inoltre, la società Edison Next, che gestisce per conto dell’Amministrazione la pubblica illuminazione, si farà carico anche quest’anno della quota di energia necessaria per lo svolgimento della manifestazione, con un impatto economico pari a zero per le casse comunali".

Altro tema importante quello della destagionalizzazione dei flussi turistici; un obiettivo raggiunto nel primo fine settimana della manifestazione che punta ad "attirare visitatori anche nei mesi autunnali e invernali, e far vivere l’intera Città per tutto l’anno, rendendo ancora più appetibile il commercio e l’incoming cittadino per far apprezzare sempre più le sue bellezze, il suo patrimonio e le sue particolarità". "Mi ritengo decisamente soddisfatto – ha detto il primo cittadino – per l’apertura di questa VII edizione di 'Favole di Luce'. È stata una giornata fantastica, vissuta da parte mia con grande emozione, non solo per il gran numero di presenze che Gaeta ha registrato, ma anche per aver preso le redini di questa manifestazione straordinaria, nata dall’intuizione del mio predecessore Cosmo Mitrano. Un primo bilancio che premia la Città e ci sprona e stimola ad andare avanti continuando a rilanciare un evento che ormai rappresenta un appuntamento irrinunciabile per la destagionalizzazione turistica dell’intero comprensorio, che attira visitatori da ogni parte d’Italia. Si tratta di una grande opportunità per il nostro territorio, che dobbiamo far crescere ulteriormente, implementandola con altre proposte nei mesi successivi di febbraio e marzo, per mettere in evidenza e valorizzare le nostre potenzialità, come Città dell’arte, del mito e del mare. Per questo, siamo riusciti a immaginare un nuovo brand, attraverso una visione strategica che ha permesso di arricchire 'Favole di Luce' con una serie di iniziative, eventi e contenuti culturali, per un turismo esperienziale ed emozionale che racchiude, per esempio, le passeggiate alla scoperta del centro storico di Gaeta medievale e la possibilità di godersi la bellezza del mare in ogni stagione dell’anno. Sento quindi di ringraziare l’Amministrazione comunale, i dirigenti, i dipendenti comunali, gli assessori, i consiglieri e il mio staff, in modo particolare Andrea Brengola e Giovanni Di Tucci, che si sono distinti nell’organizzazione di questa edizione. Ma l’ultimo ringraziamento, il più importante, voglio riservarlo a tutti i cittadini di Gaeta, che vivono questa manifestazione nel loro cuore e si impegnano per valorizzarla, rilanciarla e renderla sempre più un grande successo. Quindi, grazie Gaeta, grazie ai cittadini. Proseguiamo su questa strada, perché lo merita la nostra meravigliosa Città e lo meritiamo tutti noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaeta si illumina ancora con le “Favole di Luce”: accese le luminarie in città

LatinaToday è in caricamento