Ferragosto, divieti e restrizioni sul litorale pontino: le ordinanze dei sindaci

Spiagge chiuse, niente bivacchi o campeggi, vietati falò e qualsiasi manifestazione non autorizzata: i provvedimenti adottati dai Comune di Gaeta, Formia, Fondi e Minturno

Spiagge chiuse, niente bivacchi o campeggi, vietati falò e qualsiasi manifestazione non autorizzata: i Comuni del litorale si preparano al fine settimana di Ferragosto, quello più atteso dell’estate da cittadini e turisti che raggiungono la costa pontina per le vacanze, e anche il primo ai tempi del coronavirus. Disposizioni, restrizioni e divieti ancora più rigidi quest’estate con diversi sindaci del litorale che nei giorni scorsi hanno emanato apposite ordinanze. 

Il primo cittadino di Gaeta, Cosmo Mitrano, con il provvedimento a sua firma, dispone dalle 19 del 14 agosto alle 6 del mattino successivo e analogamente dalle 19 del giorno di Ferragosto fino alle 6 del 16 agosto, il “divieto di balneazione, di bivacco, di pesca con qualsiasi attrezzo, di accensione fuochi e falò, di effettuare manifestazioni autonome di qualunque tipo se non espressamente autorizzate dalle autorità, su tutti gli arenili liberi del litorale”. 

Fermo restando quanto disposto dall’ordinanza balneare, divieto di “campeggiare anche temporaneamente, nelle ore diurne e notturne dal 14 al 16 agosto 2020 sugli arenili” anche del Comune di Formia come disposto dal sindaco Paola Villa con un’ordinanza. Vietato anche accendere falò e sparare “fuochi pirotecnici sugli arenili nonché in aree boschive e montuose”. Ma il primo cittadino, per motivi di sicurezza, ha emanato anche una seconda ordinanza che impone il divieto di vendita per asporto di alcolici e altre bevande in bottiglia di vetro e/o in lattina, sui litorali della città di Formia nel periodo di Ferragosto. Un provvedimento che arriva in considerazione del fatto che proprio nei giorni clou dell’estate, si legge, è “consuetudine da parte dei fruitori delle spiagge libere intrattenersi oltre l'orario di balneazione e pertanto, è prevedibile un notevole afflusso di persone, in particolare di giovani”, che “dal consumo di bevande alcoliche potrebbero derivare comportamenti pericolosi per l’ordine e la pubblica sicurezza”, e che “l’abbandono di bicchieri e bottiglie di vetro frantumati potrebbe costituire un potenziale pericolo per l'incolumità degli astanti, oltre che per il personale impegnato nella pulizia degli arenili”. 

Fine settimana di Ferragosto: potenziati i controlli 

Ordinanza emessa nelle scorse ore anche dal vice sindaco di Fondi Beniamino Maschietto valida per i giorni del 14 e 15 agosto pet tutte le spiagge; si dispone il divieto di “bivacco, campeggio, accensione di fuochi e falò, autonome manifestazioni e spettacoli di qualunque tipo se non espressamente autorizzati dalle competenti autorità”. Considerato, viene spiegato, “che negli anni scorsi sulle spiagge del litorale hanno avuto luogo analoghe attività senza preavviso alcuno alle autorità locali e prive pertanto di qualsiasi titolo autorizzativo, e tenuto conto che il considerevole afflusso di avventori può creare assembramenti in contrasto con le disposizioni vigenti volte a limitare il contagio da Covid-19 e può altresì provocare seri pericoli per l’incolumità pubblica e situazioni di grave incuria e degrado dell’ambiente, si è ritenuto per motivi di sicurezza pubblica ed eventuali emergenze sanitarie doversi intervenire al fine di prevenire gli inconvenienti succitati”.

Dello stesso avviso anche il primo cittadino di Minturno, Gerardo Stefanelli, che ha emanato nelle scorse, anche lui, un’apposita ordinanza per il fine settimana di Ferrgosto. Un provvedimento che arriva anche in considerazione del fatto “che negli anni passati sul litorale di Minturno, nelle frazioni di Scauri e Marina di Minturno - si legge -, durante la notte tra il 14 e il 15 agosto si sono svolti bivacchi ed accensione fuochi e falò organizzati autonomamente da parte dei partecipanti, privi di autorizzazione e senza avvisare le autorità locali e gli enti competenti”, e che “in particolare l’accensione di fuochi sull’arenile rappresenta un danno per l’ambiente e può essere pericolosa in prossimità di stabilimenti balneari e abitazioni”. Ad aggravare la situazione, quant’anno anche il coronavirus che rende necessario adottare ogni misura per il contrasto e il contenimento del contagio. Per le due giornate del 14 e 15 agosto sono quindi vietati l’accensione di fuochi e falò su tutto il litorale di Minturno e la somministazione e vendita di alimenti e bevande in contenitori di vetro e alluminio. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In vista di Ferragosto: la Asl scrive ai sindaci pontini 

Nessun provvedimento ad hoc per Ferragosto a Latina dove rimangono in vigore le disposizioni dell’ordinanza balenare di quest’anno. Ma nella giornata di ieri il sindaco Damiano Coletta, anche con un videomessaggio postato sulla pagina Facebook ufficiale del Comune, ha rivolto un appello per il fine settimane di Ferragosto. “Rispettate le regole, serve senso di responsabilità da parte di tutti - ha detto -. Il Covid non è stato ancora sconfitto”. Il primo cittadino si è rivolto in particolare ai giovani ricordando loro l’importanza delle disposizioni e delle regole minime per cobatrstare la diffusione del coronavirus come quelle del distanziamento sociale, dell’indossare correttamente la mascherina e del lavaggio frequente delle mani. “Abbiamo tutti il dovere di difendere la libertà che ci siamo riconquistati con grandi sacrifici”, ha poi concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus, nel Lazio sfiorati i 2mila casi giornalieri, 25mila i tamponi. Aumentano i guariti

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus, 149 casi in più in provincia. A Latina città 48 nuovi contagi e un decesso

  • Coronavirus: 136 nuovi casi, 29 dei quali nella città di Latina. Un altro morto a Itri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento