Attualità

Vietati per Ferragosto falò, bivacchi e feste sulle spiagge: le ordinanze a Formia e Minturno

I divieti per il fine settimana più “caldo” dell’estate; a Minturno vietati anche somministrazione e vendita di alimenti e bevande in contenitori di vetro e alluminio

Mentre Gaeta ha deciso di chiudere le spiagge libere del litorale nelle notti tra il 14 e il 15 agosto e tra il 15 e il 16 agosto, anche Formia e Minturno, come Fondi, hanno emanato un’ordinanza con divieto di accensione di fuochi e falò, di bivacchi e organizzazione di manifestazioni sull’arenile.

L’ordinanza del commissario a Formia

E’ stata firmata dal commissario straordinario Stefania Tizzano l’ordinanza per il fine settimana di Ferragosto a Formia. Con il provvedimento, nello specifico vengono vietati il campeggio, il bivacco, l’assembramento e l’accensione di falò e fuochi pirotecnici su tutti gli arenili, di Levante e Ponente, del litorale comunale, dalle 20 del 14 agosto alle 6 del 15 agosto e dalle 20 del 15 agosto alle 6 del 16 agosto. Un provvedimento deciso anche in considerazione della consuetudine di usufruire nei giorni a cavallo di Ferragosto anche a Formia delle spiagge libere oltre l’orario di balneazione, alcune volte proprio anche per campeggiare, accendere falò o sparare fuochi pirotecnici. Lo scopo, viene spiegato nell’ordinanza, anche in virtù “del notevole afflusso di persone sull’arenile nelle notti tra il 14 e il 16 agosto”, è quello di “scongiurare pericoli per l’incolumità pubblica derivanti da ferimenti e ustioni, nonché danni all’arenile e all’ambiente”.

In considerazione del periodo particolarmente “caldo”, il commissario prefettizio ha voluto richiamare all’attenzione anche tutti i divieti e le prescrizioni previsti dall’ordinanza del 20 maggio scorso al fine di scongiurare lo sviluppo di incendi, durante questo periodo di massima pericolosità, in tutte le aree del Comune.

Divieti a Minturno per Ferragosto

Un’analoga ordinanza è stata emessa anche dal sindaco di Minturno Gerardo Stefanelli. Nello specifico, il provvedimento valido dalle 19 del 14 agosto alle 23.50 del 15 agosto dispone il divieto assoluto di somministrazione e vendita di alimenti e bevande in contenitori di vetro e alluminio e il divieto di accensione di fuochi e falò sulla spiaggia, di effettuare manifestazioni autonome di qualsiasi tipo, se non espressamente autorizzate dalle autorità competenti, su tutti gli arenili del litorale di Minturno. L’ordinanza del primo cittadino è figlia anche di quanto accaduto negli anni precedenti con bivacchi, organizzazioni di manifestazioni e l’accensione di fuochi e falò che, viene scritto, rappresenta “un danno per l’ambiente e può essere pericolosa in prossimità di stabilimenti balneari e civili abitazioni” e arriva in considerazione del fatto che in passato “si sono registrate problematiche di sicurezza pubblica, privata ed igiene pubblica dovute all’abbandono indiscriminato sull’arenile di residui dell’attività di accensione dei falò, per l’abbandono indiscriminato di bottiglie di vetro al di fuori dei contenitori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vietati per Ferragosto falò, bivacchi e feste sulle spiagge: le ordinanze a Formia e Minturno

LatinaToday è in caricamento