rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Attualità Formia

Formia, "A memoria d'uomo": il filo della narrazione per ricordare la Shoah

Un percorso che gli assessori alla cultura e alle politiche giovanili del Comune di Formia intendono affidare alle giovani generazioni quali custodi della memoria e della conoscenza

“A memoria d’uomo”, piccoli e grandi massacri da non dimenticare. Il giorno della memoria e della Shoah è il filo di narrazione che unisce Formia, Gaeta e Minturno. Un percorso che gli assessori alla cultura e alle politiche giovanili del Comune di Formia intendono affidare alle giovani generazioni quali custodi della memoria e della conoscenza.

A Formia l’evento sarà riservato ad una doppia platea: studenti e cittadinanza. Le terze classi delle scuole secondarie di primo grado assisteranno allo spettacolo previsto il 30 e il 31 gennaio alla Torre di Mola ed il 1 febbraio dalle 9 alle 12 all’Istituto Comprensivo “Pasquale Mattej”. Mercoledì 30 gennaio dalle 19 alle 21 sempre alla Torre di Mola le installazioni d’arte e musica si fonderanno per dare vita alle voci che nessuno ha ascoltato con lo spettacolo scritto e diretto dall’attore e regista Enzo Scipione dell’associazione Teatrarte.

“Il filo della cultura contribuisce a rafforzare l’unione del Golfo in una prospettiva di formazione e di educazione alla pace tra i popoli”, spiegano Alessandra Lardo, assessore alla formazione, integrazione, politiche giovanili, sportello Europa e digitalizzazione e Carmina Trillino, assessore alla cultura e vice sindaco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formia, "A memoria d'uomo": il filo della narrazione per ricordare la Shoah

LatinaToday è in caricamento