Giardino di Ninfa, nel 2020 il centenario: un protocollo con la Regione per la valorizzazione

Previste aperture straordinarie e iniziative per le celebrazioni. Zingaretti: "Obiettivo di primaria importanza da perseguire con impegno affinché le future generazioni possano godere di questo patrimonio di bellezza e memoria"

Un protocollo d'intesa per promuovere e valorizzare il Giardino di Ninfa in occasione del primo centenario della sua fondazione. A firmare l'intesa sono stati Regione Lazio e Fondazione Roffredo Caetani di Sermoneta. “Un’ulteriore conferma dell’attenzione di questa amministrazione per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e architettonico del Lazio – ha dichiarato il presidente della Regione Nicola Zingaretti – un obiettivo di primaria importanza da perseguire con impegno affinché le future generazioni possano ereditare e godere di questo immenso patrimonio di bellezza e memoria. La Regione sta mettendo in campo una serie di azioni importanti nella ferma convinzione che sia possibile un nuovo modello di sviluppo che ponga al centro il rilancio del patrimonio culturale del Lazio”.

ninfa-3

"Il centenario del Giardino di Ninfa è un'occasione per ricordare l'impegno della nobile famiglia Caetani per mantenere intatto questo patrimonio di storia, di bellezza, di cultura – spiega il presidente della Fondazione Caetani Tommaso Agnoni – Il protocollo tra la Regione e la Fondazione contribuisce a rafforzare questo lavoro, a renderlo vivo nel tempo, a dare una prospettiva ancora più ampia al messaggio di salvaguardia e tutela ambientale che i Caetani hanno voluto lasciarci. Al presidente Zingaretti va il nostro ringraziamento per il sostegno dato alla Fondazione in un momento tanto importante per la storia del Giardino di Ninfa che vive, come abbiamo detto in queste settimane, i suoi primi cento anni di bellezza".

Il Giardino di Ninfa è ormai un luogo di fama internazionale e Monumento Naturale della Regione Lazio dal 2000. Riveste un enorme valore dal punto di vista non solo paesaggistico e ambientale ma anche sotto il profilo archeologico e storico-artistico sorgendo sulle rovine dell’antica città di Ninfa. Il Giardino, realizzato nel 1920 da Gelasio Caetani, fa parte inoltre della Rete Regionale delle Dimore, Ville e Complessi Monumentali, il sistema della Regione nato per favorire la valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, paesaggistico e architettonico del Lazio.

Per le celebrazioni del centenario, che hanno preso il via solo dal mese di maggio a causa dello stop imposto dall’emergenza Covid-19, la Regione Lazio sarà al fianco della Fondazione Roffredo Caetani che ha in calendario fino al 1° novembre una serie di aperture straordinarie che permetteranno al pubblico di scoprire le bellezze del Giardino di Ninfa, sempre nel pieno rispetto delle indicazioni in termini di distanziamento sociale al fine di contrastare la diffusione del coronavirus. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.giardinodininfa.eu e sul sito ufficiale della Fondazione www.frcaetani.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini agli over 80: avviso ai medici di medicina generale. Si parte il primo febbraio

  • Coronavirus Latina: lutto nell’Arma dei Carabinieri, muore l’appuntato Alessandro Cosmo

  • Coronavirus: Lazio in zona arancione. Nuove restrizioni anche per la provincia di Latina

  • Coronavirus, Latina e il Lazio in zona arancione: quali i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus Latina, cresciuti i casi di tipo familiare. Al Goretti situazione di “continuativa emergenza”

  • Arma dei Carabinieri, 28 Marescialli della provincia promossi al grado di Luogotenente

Torna su
LatinaToday è in caricamento