rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Il progetto

“Giocare in Corsia”: i volontari Lilt di Latina che regalano sorrisi ai piccoli pazienti

In sei hanno partecipato al corso di formazione a Treviso nell’ambito del progetto che si pone come obiettivo quello di far vivere a bambini ricoverati “il fondamentale momento di gioco e offrire loro un momento di sollievo”

Carolina, Claudia, Ilda, Michela, Davide e Roberto: sono loro i volontari della provincia pontina protagonisti del progetto Lilt Giocare in Corsia che vede viaggiare a braccetto le due sezioni di Treviso e di Latina. Un progetto che si propone di regalare un sorriso, un momento di svago e divertimento ai piccoli ricoverati negli ospedali.

Nato nel 1994 nel reparto di pediatria dell’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso, infatti, ha proprio il compito di portare il gioco nei reparti di Pediatria come strumento utile per rendere meno estraneo e difficile l’ambiente ospedaliero ai giovanissimi pazienti. “Ad oggi il progetto - viene spiegato con una nota - vanta circa 150 volontari che svolgono la loro attività nel solo territorio trevigiano. Questa realtà ha dato vita ad un progetto di scambio e formazione per volontari in prima linea nell’oncologia pediatrica di Kiev, proseguito per 10 anni prima dello scoppio della pandemia. I tanti volontari ucraini che da sempre  donano il loro amore ed il loro impegno verso i bambini più deboli, regalano i loro sorrisi ed il loro supporto, anche in questo terribile periodo di guerra”.

Con il gemellaggio delle sezioni Lilt di Treviso e di Latina, il 13 novembre 2017 il progetto è sbarcato anche a Latina nel reparto pediatrico dell’Ospedale Goretti con attività di gioco, lettura di fiabe e clown, per avvicinarsi al mondo dei piccoli pazienti e dar loro la possibilità di essere bambini anche in ambiente ospedaliero. “I volontari del progetto Lilt Giocare in Corsia sono persone variegate per età e professione, che intraprendono un percorso formativo per svolgere la loro attività di volontariato in corsia. La finalità è di far vivere ai bambini il fondamentale momento di gioco, creando un clima di condivisione e di complicità, perché  il gioco è da sempre un’opportunità di svago, di divertimento, di costruzione, d’ ideazione, di relazione e  d' incontro tra i bambini”.

In questi giorni presso la sezione Lilt di Treviso è terminato il corso clown “Il Corpo e la Musica”, un percorso di formazione per volontari appartenenti alle due sezioni che ha appunto l’obiettivo di far vivere ai piccoli pazienti “il fondamentale momento di gioco e offrire loro un momento di sollievo, perché hanno diritto a vivere la degenza in un ambiente ‘a misura di bambino’, fatto di spazi colorati e di svago, ed avere una continuità con la loro vita precedente all’ospedalizzazione”.

I sei volontari pontini hanno preso parte alla formazione e alla visita nel reparto di Pediatria trevigiano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Giocare in Corsia”: i volontari Lilt di Latina che regalano sorrisi ai piccoli pazienti

LatinaToday è in caricamento