rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità

Inclusione socio-lavorativa dei rifugiati ucraini a Latina, finanziati quattro progetti

La Regione ha approvato le proposte di altrettante cooperative sociali per un finanziamento totale di oltre un milione di euro. Assessora Pierleoni: “La dignità e la speranza che si riacquista con il lavoro è impagabile”

Quattro progetti per l’inclusione socio-lavorativa dei rifugiati ucraini presentati ad altrettanti cooperative sociali di Latina verranno finanziati dalla Regione Lazio. Con determinazione del 3 giugno scorso, infatti, l’Ente ha approvato le quattro proposte progettuali presentate dalle cooperative “Ninfea”, “Il Quadrifoglio”, “Karibu” e “Agenzia per l’Inclusione e i Diritti” nell’ambito dell’Avviso “Realizzazione di interventi e di reti per la presa in carico e l’inclusione socio-lavorativa della popolazione ucraina sul territorio della Regione Lazio”, per un finanziamento complessivo di 1 milione 151mila euro.

Con le quattro cooperative sociali ammesse a finanziamento, spiegano dall’Amministrazione di Latina, si avvierà da subito un coordinamento comunale per offrire opportunità e sostegno ai tanti rifugiati giunti dall’Ucraina e seguiti già dai Servizi Sociali del Comune.

“Auspichiamo che tali interventi – dichiara la vice sindaca e assessora al Welfare Francesca Pierleoni – permettano ai rifugiati accolti sul nostro territorio di essere rapidamente autonomi, perché la dignità e la speranza che si riacquista con il lavoro è impagabile. Oggi queste persone hanno bisogno di essere sostenute per credere in un futuro possibile di pace e di sviluppo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inclusione socio-lavorativa dei rifugiati ucraini a Latina, finanziati quattro progetti

LatinaToday è in caricamento