rotate-mobile
L'iniziativa / Fondi

“Io non rischio”: in piazza la campagna per promuovere le buone pratiche di Protezione Civile

L’iniziativa a Fondi domenica 16 ottobre. In campo i volontari dei Falchi di Protezione Civile e il Comune con il Coc che ha deciso di adottare Nowtice per informare la popolazione in tempo reale su allerte ed emergenze

Oltre che Aprilia anche la città di Fondi ospita nel fine settimana ?Io non rischio?, la manifestazione indetta dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale. La campagna di sensibilizzazione nazionale sulla conoscenza delle buone pratiche di protezione civile è in programma domenica 16 ottobre dalle 10 in piazza Unità d?Italia. Vede coinvolta l?associazione locale di volontariato Falchi di Protezione Civile ed il Comune di Fondi con il proprio Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, al fine di divulgare ciò che l?Ente mette in campo in questo ambito. 

?Il Centro Operativo Comunale del Comune di Fondi ha deciso di adottare Nowtice, il software di comunicazione che consente di inviare a tutti gli utenti iscritti messaggi istantanei riguardanti le allerte o i bollettini meteo, la viabilità e le emergenze che si verificano sul territorio, così come comunicazioni generiche rispetto a situazioni per le quali si rende necessario informare, nel minor tempo possibile, il maggior numero di persone. Questo sistema, sviluppato dall?azienda torinese Regola - spiega l?Amministrazione -, permette di inviare differenti tipologie di messaggi, tra cui le 'allerte pubbliche', cioè messaggi di emergenza o comunicazioni ordinarie rivolte in modo massivo a cittadini, utenti di siti web e iscritti alle pagine dei social network. Questi messaggi possono essere inviati in caso di situazioni critiche (ad esempio le allerte meteo) o in scenari quotidiani (ad esempio per comunicare le variazioni alla viabilità, la chiusura di scuole e uffici o quanto altro di pubblico interesse).

Il sistema consente al cittadino di rimanere costantemente aggiornato attraverso la ricezione dei messaggi di allerta su più canali di comunicazione:
? scaricando l?applicazione Flagmii su Google Play;
? scaricando l?App Io (per i residenti non è necessaria nessun?altra azione, per i non residenti è necessario iscriversi ad Allerteitalia indicando il proprio codice fiscale;
? unendosi al canale Telegram dedicato https://t.me/comunedifondiprotezionecivile;
?  iscrivendosi al portale AllerteItalia alla pagina dedicata alla città di Fondi: https://publicalerts.nowtice.it/Tenant/Details/117 e compilando tutti i campi della registrazione si consentirà alle amministrazioni di inviare comunicazioni direttamente sul proprio indirizzo di posta elettronica o PEC e solo in caso di necessità inviare SMS o chiamate personalizzate in base alle informazioni fornite sulla propria residenza".

Il sistema sarà in dotazione al servizio di Protezione Civile e Polizia Locale di Fondi e sarà gestito dalla Centrale Operativa del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile.

?La campagna di informazione ?Io non rischio? ? commenta il sindaco di Fondi Beniamino Maschietto - è un appuntamento ormai consolidato sul territorio allo scopo di tenere sempre alta l?attenzione su tematiche vitali per la collettività. Adottare un comportamento corretto di fronte alle emergenze è il primo strumento per ridurre rischi e disagi. Un sentito ringraziamento per essere sempre in prima linea va quindi al comando di polizia locale, nella persona del comandante Giuseppe Acquaro, e a tutti gli agenti e all?Associazione dei Falchi, partner nazionale di questa iniziativa».
??Io non rischio? non è solo lo slogan della campagna ? aggiunge il presidente dell?Associazione ?Falchi? di Pronto Intervento Mario Marino ? è una vera e propria missione per la salvaguardia della collettività. Anche in virtù della conformazione territoriale, la campagna è dedicata soprattutto ai rischi, in caso di alluvione, e ai corretti comportamenti da adottare per prevenire conseguenze irreversibili. Invitiamo quindi tutti i cittadini a fermarsi presso il gazebo in Piazza Unità e a prendere parte attivamente a questa battaglia che, oltre a farci sentire più sicuri, può salvare molte vite?.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Io non rischio”: in piazza la campagna per promuovere le buone pratiche di Protezione Civile

LatinaToday è in caricamento