menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nasce la Consulta per i Borghi e le frazioni di Latina, l'idea lanciata dall’associazione Minerva

Più di 30 i soggetti hanno aderito all’iniziativa. L'obiettivo costituire un organo di raccordo tra le periferie e le varie associazioni che operano sul territorio

Si è ufficialmente costituita ieri sera, 9 settembre, nella sede dell’associazione Minerva di Latina, la prima Consulta dei borghi e delle frazioni di Latina. L'obiettivo del nuovo organismo sarà quello di fungere da rete e da raccordo tra i Borghi e le tante associazioni che già operano sul territorio, alcune già da molti anni ma in modo autonomo. Nella riunione di ieri sono state dunque elette Presidente, in carica per un anno, Valentina Di Meo, già referente di Minerva per i Borghi, e vice presidente Assunta Gneo. Per ogni borgo o frazione è stato scelto inoltre un rappresentante che prenderà parte al Direttivo della Consulta. I partecipanti sono: per Borgo Faiti Carmine Picca, Antonio Di Trapano, Saverio Pavone e Massimo Rocci; per Borgo San Michele Saverio D’Ottavi; per Borgo Grappa Mauro Gatto; per Borgo Montello Alfredo Canini; per Le Ferriere Andrea Corato; per Borgo Piave Assunta Gneo; per Borgo Podgora Giuseppe Mancini; per Borgo Sabotino Fausto Furlanetto, Paolo Russo, Emiliano Marzinotto; per Borgo Santa Maria Lorena Fantinato, Lucia Pietragalla, Luigi Gardin; per Latina Scalo Giorgia Corsaletti e Barbara Faenza; per il Quartiere Nascosa Gillo Dal Palù e Greta Longo.

"E' nato un Organismo che dalla fondazione di Latina non era mai esistito -  spiega Annalisa Muzio, èresidente di Minerva e ideatrice della Consulta dei borghi - Uno strumento di raccordo territoriale che metterà intorno allo stesso tavolo i rappresentanti di tutti i borghi, le frazioni e i quartieri della nostra città. Uno strumento che servirà soprattutto per dialogare con l’amministrazione con cui nessuno di loro è mai riuscito ad avere un rapporto collaborativo. Così come è stato per l’Osservatorio per lo sport con la Consulta saremo di più e più incisivi e riusciremo a fare ascoltare le nostre proposte. Un sentito in bocca al lupo voglio rivolgerlo a Valentina Di Meo che per questo primo anno sarà presidente della Consulta e dunque anche la portavoce di questo organismo e ad Assunta Gneo nominata vice presidente”.

Obiettivo primario della Consulta quello di ricostituire e ricreare un modello di collaborazione, interazione, rete e dialogo tra i borghi ma soprattutto di dare vita ad iniziative finalizzate a promuovere i borghi e la loro storia oltre che a convogliare verso un unico referente quelle che sono le istanze presentate già ieri sera dai vari rappresentati presenti alla riunione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento