rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Attualità

Roma- Latina, il ministro Salvini: "Ora si parte, c'è bisogno di correre"

L'incontro con il mondo delle imprese questo pomeriggio in Camera di Commercio dopo la nomina del commissario per l'autostrada e la firma per sbloccare i cantieri della Cisterna- Valmontone

L'appuntamento arriva a meno di 24 ore dall'intesa raggiunta tra Mit e Regione Lazio sulla nomina del commissario straordinario per la Roma- Latina, individuato nell'ingegner Antonio Mallamo, e sulla firma del protocollo d'intesa per sbloccare i fondi e aprire i cantieri per la realizzazione della Cisterna- Valmontone. Il ministro delle Infrastrutture e dei Traspori Matteo Salvini è arrivato oggi, 24 gennaio, a Latina, per un confronto con il mondo delle imprese organizzato dalla Camera di Commercio di Latina. Presenti, fra gli altri, il presidente dell'ente camerale Giovanni Acampora, il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon, la deputata della Lega Giovanna Miele, l'europarlamentare Matteo Adinolfi, oltre al commissario del Comune di Latina Carmine Valente, al prefetto Maurizio Falco, ai consiglieri camerali, ai rappresentanti delle associazioni di categoria e ai vertici delle forze dell'ordine.

"Arriva ieri la nomina del commissario e la notizia del protocollo per sbloccare i cantieri della cisterna Valmontone. I nostri territori meritano grande attenzione - ha esordito il presidente Acampora - Il tessuto imprenditoriale delle province di Latina e Frosinone supera 108mila impresa, pari al 18% valore regionale. Ma la carenza di infrastrutture pesa come un macigno sullo sviluppo del territorio. Ooggi abbiamo però elementi che vogliamo analizzare con lei ministro e che ci danno una speranza in più. A lei consegnamo due libri, che rappresentano il lavoro del sistema camerale: il libro bianco sulle priorità infrastrutturali del Lazio e l'approfondimento realizzato per le province di Latina e Frosinone. I dossier - ha aggiunto Acampora - offrono un quadro dettagliato delle infrastrutture materiali e immateriali ritenute prioritarie dalle imprese nella nostra regione e a livello locale, con l’evidenza delle criticità dell’attuale sistema di mobilità che, nel panorama regionale, deve trovare una coerenza sul modello di sviluppo socio-economico che si vuole realizzare”.

A spiegare nel dettaglio le criticitàPaolo Marini, vice presidente della Camera di Commercio e referente di Giunta per le infrastrutture e la pianificazione territoriale: “Le due province insieme occupano un territorio fisico nella regione simile a quello di Roma - ha precisato - accolgono il 19,1% della popolazione del Lazio (8,2% Frosinone, 9,9% Latina), contro il 73,9 di Roma, e il 14,5% degli addetti regionali, contro l’80% di Roma. Contribuiscono per il 67,4% dell’export della regione, con eccellenze nel settore chimico farmaceutico ed alimentare. Hanno una importante struttura produttiva in ambito metalmeccanico e meccatronico e un enorme potenziale turistico. Tutto questo malgrado nel ranking nazionale delle performance infrastrutturali le due province abbiano una posizione non adeguata.  Tutto il sistema dei collegamenti dei due territori, nel tempo, è stato caratterizzato da una monodirezionalità verso Roma, certamente importante ma attualmente non più sufficiente. Si devono sviluppare collegamenti trasversali tra le due province e renderle “autonome” per i collegamenti verso la rete esterna, saltando il nodo di Roma, costantemente congestionato".

"Grazie per il dossier ben documentato - ha dichiarato il ministro Salvini - Vengo da riunioni con imprese e artigiani sul tema codice dei contratti. Entro il 31 marzo sarà più semplice e immediato lavorare: velocizzare e sburocratizzare è un bene per i comuni e per le imprese. Ci sarà più immediatezza e facilità di spesa, garantendo trasparenza. Il Lazio non è solo Roma - ha aggiunto - Leggevo articoli del 2010 che davano l'apertura imminente dei cantieri e addirittura la chiusura nel 2017. Questi saranno anni del rilancio assoluto. Sulle infrastrutture ci saranno diverse sensibilità, non sempre saranno tutti d'accordo, ci sarà l'ascolto ma il dibattito non può restare aperto per anni. Sulla Roma- Latina il dibattito c'è stato, ora si parte. La prossima volta verrò non per un dibattito ma per inaugurare un cantiere. Quello che è già pronto deve essere cantierato. Alcune opere, come appunto quella che il territorio pontino attende, vanno al di là dell'interesse locale. Conto che queste due infrastrutture possano arricchire e dare valore aggiunto ai territori. Ora si raccoglierà quello che avete seminato".

A margine dell'incontro Salvini ha aggiunto: "L'Italia ha bisogno di correre. Ci rivediamo a giugno, i cittadini avranno tempi certi e modalità di realizzazione per la Roma Latina". 

Salvini a Latina: "Ora si parte" - Il video

salvini latina

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma- Latina, il ministro Salvini: "Ora si parte, c'è bisogno di correre"

LatinaToday è in caricamento