Infermieri in scadenza di contratto: "Ad oggi nessuna soluzione ufficiale"

Parla uno degli operatori del Goretti intervistato a Radio Cusano Campus: "I primi contratti scadono domenica. Nonostante la rassicurazioni della Regione, nessun passo ufficiale"

Il caso degli infermieri precari in servizio all'ospedale Goretti e in scadenza di contratto. Nonostante l'intervento e le rassicurazioni della Regione Lazio, per voce dell'assessore alla Sanità Alessio D'Amato, la questione non è stata risolta. Oltre 80 operatori hanno infatti il contratto che sta per scadere. Uno di loro, Igor Vannoli, in servizio nel reparto di Terapia intensiva del Goretti, è intervenuto ai microfoni della trasmissione "Cosa succede in città" su Radio Cusano Campus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'epiteto eroi non è che ci piaccia molto perchè quello che facciamo adesso lo abbiamo sempre fatto - ha raccontato l'infermiere - Non so quanti siano in tutto i sanitari con il contratto in scadenza, questo lo sanno l'azienda e i sindacati, io parlo a nome di una ventina di professionisti della salute di cui sono il portavoce. Abbiamo un contratto a termine di 35 mesi e 12 giorni. Ad uno dei miei colleghi, che ha 49 anni, il contratto scadrà domenica, poi scadranno via via anche agli altri. La Regione Lazio, con un comunicato stampa dell'assessore D'Amato, ha detto che avrebbero trovato la soluzione e nessuno sarebbe rimasto a casa. Ci sono state anche dichiarazioni di Salvini, di altri esponenti della Lega, ma ad oggi non c'è stato alcun passo ufficiale per far sì che venga prorogato il contratto del mio collega, che è il primo a cui scadrà il contratto. Se non è la Regione che si espone e dà una linea legislativa all'azienda, l'azienda ha le mani legate. Noi non chiediamo la stabilizzazione, chiediamo il rispetto del contratto nazionale, che prevede la proroga di 12 mesi del contratto nei periodi di emergenza e di ampliamento di personale. Dobbiamo essere uniti per difendere la nostra professione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento