Attualità

Estate 2021, sul lungomare di Latina sarà 'Plastic free': ecco tutte le regole

L'ordinanza del Comune per contenere l'uso di plastica non compostabile e non biodegradabile. E da oggi parte la sosta a pagamento

L’estate 2021 sul lungomare di Latina sarà ‘Plastic free’ vale a dire contraddistinta da una serie di regole finalizzate alla riduzione di plastica monouso non biodegradabile e non compostabile. E’ questo il senso dell’ordinanza emanata oggi dall’amministrazione comunale del capoluogo pontino contenente una serie di misure finalizzate alla riduzione dei rifiuti di plastica e della produzione di rifiuti marini, individuando quale ambito di applicazione sperimentale tutto il lungomare di Latina.

Le spiagge libere

Le disposizioni, operative dal 15 giugno e fino alla chiusura della stagione balneare, ordinano a chiunque utilizzi arenili, liberi o in concessione, nel territorio del Comune di Latina: 

- di non gettare in mare o lasciare sugli arenili rifiuti di qualsiasi genere; 

- di conferire i rifiuti negli appositi contenitori per la raccolta differenziata; 

- di consumare le bevande vendute o somministrate in contenitori di vetro, all’interno dei locali con accesso alla spiaggia; 

- di utilizzare contenitori per alimenti e bevande destinati al consumo immediato, sul posto o da asporto quali: sacchetti monouso, posate, piatti, vassoi, contenitori per alimenti, cannucce, paline per il caffe?, preferibilmente in materiale biodegradabile e compostabile e/o riutilizzabile. 

Gli stabilimenti balneari

Nello stesso periodo i titolari di strutture balneari, i concessionari di arenili per stabilimento balneare, nonché i chioschi e le attività commerciali prossime al litorale dovranno: 

- dotarsi di idonei contenitori per la raccolta differenziata e dei prodotti da fumo;

- utilizzare, nell’esercizio dell’attività, sacchetti monouso, posate, piatti, vassoi, contenitori per alimenti, cannucce, paline per il caffe?, ecc., in materiale biodegradabile e compostabile;

- somministrare tutte le bevande in contenitori di vetro nei locali con accesso alla spiaggia.

I concessionari di strutture balneari dovranno, inoltre, curare la perfetta manutenzione delle aree in concessione e la pulizia dell’area indicata nel titolo concessorio, fino al battente del mare, e dello specchio acqueo immediatamente prospiciente la battigia; effettuare, nel rispetto del vigente Regolamento del servizio di igiene urbana, la raccolta differenziata dei rifiuti sull’arenile in concessione, con i materiali di risulta che dovranno essere sistemati in appositi contenitori chiusi, in attesa del ritiro da parte del gestore del servizio; collocare sull’area in concessione cestini per i rifiuti in numero adeguato, che dovranno essere regolarmente mantenuti in ordine e svuotati.

"Di tutti i rifiuti che produciamo – dichiara l’assessore all’Ambiente Dario Bellini – la plastica rappresenta probabilmente il simbolo di una società troppo abituata a usare e consumare in fretta. Con l’ordinanza plastic free sul lungomare, insieme alla seconda edizione del premio Lido Green Marina di Latina promosso dalla nostra Azienda Speciale ABC e dedicato agli stabilimenti balneari, vogliamo continuare a promuovere la cultura dell’economia circolare e un ciclo dei rifiuti sostenibile".

La sosta a pagamento

Inoltre a partire da oggi, martedì 1 giugno 2021, è stata riattivata la sosta a pagamento sul lungomare di Latina nella fascia oraria 7-19. L’acquisto del titolo può essere effettuato, oltre che attraverso i canali tradizionali, anche con l’app per smartphone “Sosta +”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estate 2021, sul lungomare di Latina sarà 'Plastic free': ecco tutte le regole

LatinaToday è in caricamento