Nasce il Parco inclusivo Gionchetto: conclusa la prima parte del progetto

Realizzate le sedute e i cestini porta rifiuti con il ricavato degli spettacoli della Nsd. Presto tanti eventi e un crowdfunding nazionale per realizzare il parco inclusivo

Un parco totalmente accessibile a bambini  ragazzi normodotati e a diversamente abili. Prende forma il progetto del Parco inclusivo del Gionchetto, nato da un patto di collaborazione tra Comune di Latina e un gruppo di residenti del quartiere su iniziativa di Simone Finotti. 

parco gionchetto 2-2-2

A dstanza di qualche mese, dopo la messa in scena di due spettacoli e la collaborazione della scuola d'arte Nsa di Latina, sono stati acquistati i materiali necessari per realizzare le sedute e i cestini portarifiuti che hanno già reso più vivibile il parco. Alla valorizzazione del territorio, oltre a Simone Finotti e Roberta Di Giovanni direttore della scuola d’Are Nsd, hanno collaborato anche altri residenti. 

“Questo è il primo di una lunga serie di risultati – assicurano i residenti - a 70 anni dalle prime abitazioni sorte nel quartiere, il Gionchetto finalmente ha un’area verde dotata di sedute e cestini che mai erano stati predisposti o pensati”. Prossimo step, camminamenti accessibili a tutti e attrezzature ludiche inclusive, eventi e un crowdfunding, una raccolta fondi, a livello nazionale per realizzarle. "Abito con la mia famiglia al Gionchetto da 7 anni e da sempre l’ho visto come un posto dove viverci per sempre, tra tradizione e modernità, abitanti vecchi e nuovi, questo quartiere è vivo come non mai – ha dichiarato Simone Finotti - mi sentivo in dovere di fare qualcosa che rendesse merito ai residenti, ai bambini, ai ragazzi di questo quartiere e per quelli che impareranno a scoprirlo e a viverlo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento