menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione Lazio e Ordine degli ingegneri: firmato un protocollo d'intesa

Sarà avviata una collaborazione su energia, ambiente, pianificazione territoriale, protezione civile, edilizia pubblica e privata, sicurezza stradale, attività produttive, trasporti, infrastrutture e mobilità

E’ stato sottoscritto ieri, 24 giugno, il Protocollo d’intesa tra Regione Lazio e gli Ordini degli Ingegneri di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti, riuniti in Federazione, finalizzato a intensificare il rapporto tra queste istituzioni. Grazie al documento, firmato dal direttore regionale Wanda D’Ercole (in rappresentanza del presidente Zingaretti) e dai presidenti degli ordini degli ingegneri laziali, Pol, Annarelli, Cappiello, Marcucci e Pascasi, sarà avviata una collaborazione sui temi dell'energia, ambiente, pianificazione territoriale e rigenerazione urbana, tutela idrogeologica, protezione civile, edilizia pubblica e privata, sicurezza stradale, attività produttive, trasporti, infrastrutture e mobilità, ingegneria biomedica, information technology e digitalizzazione, sanità, sicurezza nei luoghi di lavoro, formazione e semplificazione.

Per dare immediata attuazione al protocollo è stata prevista l’istituzione di una cabina di regia, coordinata dal direttore regionale ai Lavori Pubblici e composta dai direttori regionali competenti sulle tematiche trattate e dai presidenti dei cinque ordini provinciali degli ingegneri. Questi si riuniranno con cadenza bimestrale, assicurando il raccordo dei tavoli tecnici, assicurando il pieno coinvolgimento e la necessaria informazione a tutti i soggetti interessati, monitorando l’attuazione degli obiettivi dell’accordo. Il protocollo d’Intesa avrà validità per tutta la durata della legislatura regionale.

"Con questa firma si rafforza l'importante rapporto tra la Regione e gli Ordini degli Ingegneri delle province del Lazio. E da oggi, soprattutto, si avvia una collaborazione continuativa e puntuale che riguarderà sia attività rilevanti per il territorio e per la cittadinanza, sia l'aggiornamento professionale degli ingegneri impiegati nella PA per lo sviluppo di una committenza pubblica sempre più preparata", ha spiegato il presidenti dell’Ordine di Latina Giovanni Andrea Pol.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento