rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Il racconto di un anno che se ne va

Coronavirus, vaccini e non solo: il 2021 raccontato attraverso le notizie più importanti

Quello che si chiude è stato un altro anno difficile a causa dell’emergenza Covid-19, ma è stato anche l’anno della speranza, della lotta alla criminalità organizzata. L’anno del dolore, dei successi sportivi e del rilancio della cultura. Riviviamolo insieme

Si chiude anche il 2021, un altro anno difficile a causa dell’emergenza coronavirus; la campagna vaccinale con il passare dei mesi compie dei passi avanti sempre più importante, ma ancora anche i cittadini della provincia di Latina sono chiamati a cambiare le loro abitudini di vita, a ulteriori sacrifici, così come interi settori della nostra economia, lo sport, la cultura. Ma il 2021 è anche molto altro: le forze dell’ordine mettono a segno importanti operazioni che permettono di dare un ulteriore duro colpo alla criminalità locale, c’è poi la visita del presidente della Repubblica Mattarella a Ventotene e i successi nello sport. E’ l’anno delle elezioni, ma è anche l’anno del dolore, in cui ci lasciano Antonio Pennacchi e il carabiniere Vittorio Iacovacci ucciso in Congo. Un 2021 che cerchiamo di raccontarci attraverso le notizie più importanti.

2021: l’anno del coronavirus ma anche dei vaccini 
Il 2021 è il secondo anno di pandemia, vissuto però con meno timori e meno restrizioni, iniziato nel migliore dei modi ma purtroppo finito con l’incubo di una nuova variante, la Omicron, che ha fatto di nuovo schizzare la curva dei contagi. Alla fine del mese di dicembre del 2020 anche in provincia di Latina sono arrivati i primi vaccini contro il coronavirus, inizialmente somministrati solo al personale sanitario. Ma è poi nel corso dell’anno che la campagna vaccinale prende effettivamente piede secondo un preciso calendario che impone in via prioritaria di proteggere medici e infermieri e parallelamente pazienti fragili e anziani. Si procede per fasce di età, prima gli ultra 80enni e poi a scendere nel corso dei mesi inserendo anche altre categorie lavorative, come le forze dell’ordine e gli insegnanti. I sieri a disposizione sono Pfizer per sanitari e anziani, Astrazeneca per gli altri. Solo con l’inizio dell’estate, raggiunta la stragrande maggioranza dei cittadini considerati più a rischio, la campagna vaccinale si apre anche ai giovani e ai minorenni. Infine, il 15 dicembre parte a Latina la somministrazione del siero Pfizer ai bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Clicca su continua per le notizie di cronaca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, vaccini e non solo: il 2021 raccontato attraverso le notizie più importanti

LatinaToday è in caricamento