Strisce blu, la proposta: "Sospendiamo il pagamento fino a settembre"

L'associazione Codici chiede di rinviare la riattivazione dei parcheggi e di sostituire con un sistema di sosta a tempo gratuita

Rivedere la decisione del Comune di far ripartire la sosta a pagamento in coincidenza con la riapertura di molte attività commerciali del centro e rinviare di qualche mese, cioè almeno al 1 settembre, la riattivazione degli erogatori dei biglietti, modificando le aree delimitate dalle strisce blu in aree di sosta a tempo, con controllo della durata mediante disco orario, al fine di favorire la rotazione dei veicoli e, quindi, il flusso dei fruitori.

Questa la proposta dell'associazione consumatori Codici che contesta la scelta dell'amministrazione ncomunale di Latina. "Il Comune dopo oltre due mesi in cui praticamente tutte le attività piccole e medie del centro storico e dintorni erano state chiuse a causa della pandemia causata dal Coronavirus - sottolinea il responsabile provinciale Antonio Bottoni - non ha perso tempo ed ha riattivato le macchinette erogatrici dei biglietti per la sosta a pagamento a partire dal 18 maggio. Paradossalmente, sarebbe stato più opportuno tenerle in funzione durante la chiusura di quegli esercizi, in quanto erano pochissime le vetture circolanti, piuttosto che riattivarle ora, cioè nel momento in cui quelle attività hanno maggior bisogno di sostegno economico da parte di avventori e clienti e la possibilità di non pagare il corrispettivo del parcheggio, sarebbe un incentivo a recarsi a fare acquisti nelle zone più penalizzate della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Codici auspica che l'ente  - conclude Bottoni - voglia rivedere la sua decisione e che, al fine di concedere un congruo periodo di respiro a tutti coloro che hanno maggiormente sofferto il periodo di chiusura e rinviare almeno al 1° settembre, la riattivazione degli erogatori dei biglietti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Coronavirus: altri 49 contagi in provincia. I numeri più alti a Latina, Cisterna ed Aprilia

  • Coronavirus, 543 casi nel Lazio su 15.500 tamponi effettuati in 24 ore. Cinque morti, 112 guariti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento