rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità

Sanità, nel Lazio arriva il nuovo sistema di prenotazione online delle visite

La presentazione da parte del presidente della Regione e dell’assessore alla Sanità. Zingaretti: “Una vera rivoluzione. Si potrà intervenire anche sulle liste d'attesa che saranno aggredite”

Arriva nel Lazio un nuovo sistema di prenotazione delle visite online. Il sistema è in funzione già da ieri, giovedì 14 aprile, giorno in cui c’è stat la presentazione da parte del presidente della Regione Nicola Zingaretti e dell’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.

Frutto del modello messo in campo dalla Regione per la campagna vaccinale anti-Covid, il sistema andrà ad affiancare il ReCup tradizionale (06-9939). Per poter prenotare autonomamente online la prestazione sanitaria è indispensabile la prescrizione dematerializzata, con indicazione di priorità (D, differita e P, programmata), mentre per tutte le altre prestazioni e per tutti gli altri codici di priorità è possibile effettuare la prenotazione tramite ReCup.

"E' un passo avanti notevole che renderà più facile l'accesso alle prestazioni", ha detto D'Amato. "E' un salto nel futuro della sanità - ha sottolineato Zingaretti - Con tre click si comincia ad entrare nel vivo di una nuova stagione nel campo della sanità, avviciniamo il Servizio sanitario regionale al cittadino come mai è avvenuto prima. Si potrà intervenire anche sulle liste d'attesa che saranno aggredite grazie al messaggio che arriverà 72 ore prima della visita per ricordare l'appuntamento e sollecita un rapporto trasparente tra cittadini e istituzioni. Puntiamo a ridurre gli appuntamenti 'bucati'".

Sarà possibile prenotare le visite sia dal proprio pc che tramite l'App SaluteLazio. Saranno necessari codice fiscale, numero di tessera sanitaria e codice della ricetta dematerializzata necessaria per accedere alle agende dove appariranno i primi appuntamenti per vicinanza territoriale (Asl o Distretto) e in ordine cronologico. Collegandosi al sito si potranno inserire i dati e procedere con la scelta del giorno e dell’orario, poi si otterrà la ricevuta dell'appuntamento. A 72 ore dalla prestazione l'utente riceverà un promemoria per la conferma o la disdetta dell'appuntamento.

Nella prima fase sono prenotabili 14 prime visite che ammontano a circa 250mila slot disponibili al mese come visite specialistiche, e a seguire sarà la volta anche delle prestazioni di diagnostica per immagini. A regime saranno prenotabili nella nuova modalità digitale 68 prestazioni tra prime visite ed esami diagnostici.

"Nell'emergenza Covid, il sistema sanitario del Lazio ha mostrato quanto sia importante investire in sanità pubblica. Abbiamo dimostrato capacità di reazione ed efficienza. Molti non se lo aspettavano - ha rimarcato Zingaretti - Ma i risultati che abbiamo ottenuto sono frutto di un grande investimento, innanzitutto sull'ammodernamento del nostro sistema sanitario. Penso in particolare all'attivazione del nuovo Data Center, nato grazie a un investimento di 25 milioni di euro da fondi Fesr 2014-2020, all'implemento del nuovo sistema Recup, sviluppato dalla società regionale Laziocrea, utilizzato in questi lunghi mesi per la prenotazione di vaccini e tamponi. Ora quello slancio non va perso. Il sistema utilizzato per la prenotazione di vaccini e tamponi viene esteso a tutte le visite del sistema sanitario regionale. E' una vera rivoluzione. Grazie al nuovo sistema di prenotazione online e su smartphone - ha aggiunto il presidente del Lazio - sarà semplicissimo fissare un appuntamento, scegliendo giorno e orario. Grazie al promemoria inviato dal sistema, come avvenuto anche con i vaccini, riusciremo a gestire meglio i flussi e eviteremo che le disdette creino intoppi al sistema sanitario e difficoltà agli altri cittadini. Un'innovazione di metodo che con tre semplici click renderà più semplice la vita delle persone e più efficiente il sistema sanitario regionale. Facciamo un salto nel futuro della sanità".

"Una rivoluzione digitale dei servizi che abbiamo mutuato dall'esperienza del sistema di prenotazione degli hub vaccinali che, durante la pandemia, ci ha consentito di effettuare oltre 13 milioni e mezzo di prenotazioni - ha ricordato D'Amato - Utilizzando l'App basterà inquadrare con il telefonino i codici a barre della ricetta dematerializzata per accedere al sistema ed effettuare la propria prenotazione. L'utente riceverà inoltre il codice Iuv (Identificativo univoco di versamento), grazie al quale potrà effettuare il pagamento del ticket in qualsiasi tabaccheria o anche online accedendo a 'PagoPa'".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, nel Lazio arriva il nuovo sistema di prenotazione online delle visite

LatinaToday è in caricamento