Liberazione di alcuni esemplari di fauna selvatica: l’iniziativa a Villa Fogliano

L’appuntamento domenica 14 luglio alle 10.30; l’evento organizzato dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano

Una giornata dedicata all’attività del Centro di Tutela Fauna Selvatica con la liberazione di alcuni esemplari di avifauna in cura è stata organizzata per domenica 14 luglio dal Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano. L’appuntamento dalle 10.30 è presso il Borgo di Villa Fogliano. L’obiettivo, viene spiegato, è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di proteggere la fauna selvatica, in particolare quella protetta.

“Si tratta infatti - si legge in una nota di presentazione dell’iniziativa - di specie che richiedono cure ed assistenza particolari, in quanto le loro caratteristiche morfologiche e comportamentali fanno sì che risulti particolarmente delicata tanto la fase di cura quanto quella di riabilitazione. Molto spesso, tali esemplari, che vengono consegnati al Centro di Tutela Fauna Selvatica del Reparto Carabinieri Biodiversità di Fogliano sia da privati cittadini che da Enti ed associazioni, presentano ferite conseguenti ad urti contro fili della corrente, autovetture e soprattutto da armi da fuoco. A questo si aggiunge la difficoltà di recuperare completamente animali che avendo una struttura ossea particolare e delicata spesso non sono più in grado di riprendere perfettamente il controllo del volo. Dobbiamo considerare infatti che molti di questi compiono voli di migrazione di migliaia di chilometri, o sono dei predatori super specializzati, che a seguito di una frattura sono destinati a morte sicura. Altre volte si tratta di giovani o nidiacei ancora in fase di svezzamento”.

Il recupero di tali esemplari riveste particolare importanza ai fini della tutela della biodiversità, in quanto spesso si tratta di specie protette, in grave diminuzione o a rischio di estinzione, come lo è stato in un passato recente il Falco pellegrino. Si tratta di un rapace particolarmente affascinante che raggiunge la velocità in picchiata di oltre 320 Km./h. Nidifica prevalentemente sulle scogliere a picco e il Parco Nazionale del Circeo rappresenta per tale specie un importante sito per la nidificazione.

Nel corso dell’inizaitiva, il Centro illustrerà le attività dei Carabinieri Forestali all’interno del Parco Nazionale del Circeo, ed i particolare del Reparto Biodiversità di Fogliano sottolineando l’importanza del centro di recupero, l’unico presente nelle province di Latina e di Frosinone insieme al Centro del Parco Riviera d’Ulisse, e della salvaguardia della fauna selvatica autoctona. Verranno poi mostrati alcuni esemplassi di specie appartenenti proprio alla fauna selvatica autoctona e alcuni esemplari di specie alloctone che, per colpa dell’uomo, sono stati abbandonati nel nostro territorio. Come ad esempio la tartaruga alligatore (americana), esemplare di circa 15 chili rinvenuta a Pontinia e considerata tra gli animali più pericolosi la cui vendita e detenzione è vietata, e le tartarughe di acqua dolce guance gialle e rosse. 

Infine, verranno liberati esemplari di rapaci diurni nell’area verde del Borgo e all’interno dell’orto botanico alcuni rapaci notturni come civette allocchi, gufi e alcuni esemplari di tartarughe terrestri autoctone. 

I bambini presenti verranno coinvolti dal personale del centro durante tutte le fasi operative.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e corruzione: 34 arresti a Latina. Coinvolti due agenti della polizia penitenziaria

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Droga e corruzione in carcere, i nomi dei 34 arrestati dell'operazione "Astice"

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chirurgo torna in ospedale e lo salva

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

Torna su
LatinaToday è in caricamento