Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Gli ambulanti contro la direttiva Bolkestein: anche gli operatori pontini alla manifestazione a Roma

L'appuntamento è previsto martedì prossimo, 28 febbraio

Partiranno alla volta di Roma anche molti ambulanti delle province di Latina e Frosinone per partecipare, martedì prossimo 28 febbraio, alla manifestazione contro la direttiva Bolkestein in Piazza del Campidoglio. Un evento organizzato da un gruppo di associazioni rappresentative degli operatori. La problematica investe a Roma ben 12.000 ambulanti e 18.000 concessioni nei mercati, nelle rotazioni, nei posteggi isolati e nelle fiere di Roma.

Ma le città del basso Lazio, tra cui Latina, Frosinone,  Terracina, Formia, Fondi, Gaeta e molte altre hanno bloccato il processo di rinnovo stabilito da normative nazionali e regionali applicando una proroga fino al 2023 e mettendo così a rischio il lavoro di oltre 5mila ambulanti delle province di Latina e Frosinone.        Roma Capitale è stata artefice del “blocco” avendo deciso di disapplicare la normativa nazionale sulla base di un semplice parere dell’Antitrust, richiesto dalla sindaca Raggi, provocando un contenzioso con gli ambulanti che adesso attende il pronunciamento del Consiglio di Stato. Le sentenze del Tar del Lazio sono quindi “sub judice”, sono state appellate, e basterebbe un atto in autotutela del Comune che ribadisse la volontà di allinearsi alle normative nazionali – mai abrogate da nessun organo giurisdizionale e tutt’ora vigenti – per far cessare la materia del contendere e procedere al rinnovo come hanno fatto grandi città come Napoli, Firenze, Reggio Calabria, Torino, Perugia o grandi regioni come la Toscana o le Marche.

Gli ambulanti scendono dunque in piazza preoccupati del futuro delle loro attività e delle loro famiglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli ambulanti contro la direttiva Bolkestein: anche gli operatori pontini alla manifestazione a Roma
LatinaToday è in caricamento