rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Emergenza Covid-19

Cade l’obbligo di mascherine all’aperto, Zingaretti: “Un’altra grande vittoria. Grazie a vaccini e regole”

Da oggi, 11 febbraio, secondo l'ultima ordinanza del ministro Speranza non è più obbligatorio indossare i dispositivi di protezione nei loghi all’aperto

Cade da oggi, 11 febbraio, l’obbligatorietà di indossare la mascherina all’aperto, a meno che non ci si trovi in situazioni di assembramento. Questo quanto previsto dall’ultima ordinanza che è stata emanata nei giorni scorsi dal ministro della Salute, Roberto Speranza.

Un primo, seppur piccolo, passo verso il ritorno alla normalità dopo le settimane difficili che hanno segnato questo inizio del 2022 con i contagi da coronavirus che hanno toccato livelli record.

“Ce l’abbiamo fatta. Da oggi si possono togliere le mascherine all’aperto” ha commentato il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti con un video pubblicato sulla sua pagina Facebook. “Un’altra grande vittoria - ha aggiunto Zingaretti -. Non ci ha regalato niente nessuno. Grazie ai vaccini, grazie alle regole e grazie ai comportamenti. Ce l’abbiamo fatta e ora non fermiamoci più” ha poi concluso il governatore del Lazio.

Mascherine: l'ordinanza del ministro Speranza

Nello specifico, ricordiamo che secondo l’ordinanza del ministro Speranza, fino al 31 marzo "è fatto obbligo sull'intero territorio nazionale di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private" e "nei luoghi all'aperto è fatto obbligo sull'intero territorio nazionale di avere sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie e di indossarli laddove si configurino assembramenti o affollamenti". Sono fatti salvi, in ogni caso, i protocolli e le linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali, nonché le linee guida per il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici o aperti al pubblico. Si precisa inoltre che "l'uso del dispositivo di protezione delle vie respiratorie integra e non sostituisce le altre misure di protezione dal contagio”.

L'ordinanza precisa, infine, che non hanno l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie i bambini di età inferiore ai sei anni, le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso del dispositivo e i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade l’obbligo di mascherine all’aperto, Zingaretti: “Un’altra grande vittoria. Grazie a vaccini e regole”

LatinaToday è in caricamento