rotate-mobile
Attualità Terracina

La provincia pontina si illumina per le feste di Natale: accesi alberi e luminarie

A Terracina “Città di Luce” è stato il primo degli eventi di “Anxur Christmas”; a Cisterna l’accensione dell’albero alto 18 metri segna il via alle iniziative per Natale

Dicembre è arrivato e in molte città della provincia di Latina si respira l’aria del Natale. Festa a Cisterna dove nella prima domenica del mese hanno preso il via le iniziative per il “Natale Cisternese 2023” con una delle novità di quest’anno: l’accensione di un grande albero di Natale. Alto 18 metri fa bella mostra di sé in Piazza Saffi, lungo corso della Repubblica, di fronte ai giardini di Piazza 19 Marzo. La prima accensione dell’albero è stata introdotta, intorno alle 18, da una piccola cerimonia alla presenza del sindaco Valentino Mantini, degli assessori Carletti, Cerro, Innamorato e Santilli, dei consiglieri Angelisanti, Antenucci, Contarino, Maggiacomo e degli imprenditori Massimiliano Marini, della Marini Impianti Industriali SpA, e di Giuseppe Esposito, della Stim srl Technology and Engineering. Sono loro, infatti, gli sponsor privati che hanno voluto omaggiare la comunità di Cisterna di quello che probabilmente è l’albero di Natale più alto finora a Cisterna.

L’accensione degli addobbi natalizi lungo Corso della Repubblica e di Palazzo Caetani è invece fissata nel pomeriggio dell’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, dando il via ad un ricco calendario di appuntamenti ed eventi. “Nella fede cattolica questa – ha detto il sindaco Mantini – è la prima domenica di Avvento, vale a dire di attesa, dopo i sacrifici legati al Covid e a tanti problemi generali e individuali. L’accensione di questo albero segna dunque un’attesa verso cose e relazioni migliori. In questo senso ringraziamo gli imprenditori Massimiliano Marini e Giuseppe (Geppino) Esposito che hanno voluto animare questa attesa e le prossime festività con questo albero, una simbolica restituzione di ciò che questa comunità ha dato loro. Credo che sia un bel messaggio quello di dare alla propria comunità, secondo le proprie possibilità: commercianti, imprenditori, associazioni, politici. Il mio augurio di Natale è che ciascuno di noi possa raccogliere ciò che ha seminato ricordando che è unendoci nello spirito di comunità che possiamo affrontare le difficoltà”.

E anche Terracina si prepara alle feste con un albero che illumina piazza Garibaldi, e le luci dal centro alle periferie.

In tanti sabato 2 dicembre hanno sfidato le temperature rigide per assistere alla cerimonia di accensione delle luminarie e dell’albero di luci che è stato allestito proprio davanti la chiesa del SS Salvatore. Dopo la benedizione da parte di Don Luigi Venditti, la piazza ha scandito il conto alla rovescia e quindi l’applauso all’accensione delle luci dell’albero e di via Roma. Luci che illuminano anche viale della Vittoria, Corso Anita Garibaldi, San Silviano, Borgo Hermada, La Fiora e San Vito. Nel corso dell’evento, “Città in Luce”, condotto da Franco Iannizzi, si è esibito il duo Hei Christmas, DJ e violino, che ha rivisitato canzoni più belle della tradizione natalizia in chiave moderna. Si tratta solo del primo degli eventi della stagione delle feste, “Anxur Christmas”, con un programma pieno di sorprese e ricco di appuntamenti a partire dal Villaggio di Babbo Natale che aprirà ufficialmente i battenti l’8 dicembre.

“Accendere le luci ha molteplici significati. Il mio augurio è che questo gesto simbolico possa accendere le luci nelle coscienze di tutti noi per fare in modo che la nostra città sia sempre più bella e che le venga riconosciuta l’importanza che merita - ha detto il vicesindaco Claudio De Felice -. Terracina è il nostro bene comune che dobbiamo far crescere e difendere”. A fargli eco l’assessore ai Grandi Eventi, al Turismo e alla Cultura Alessandra Feudi. “Abbiamo lavorato tanto grazie anche ai nostri uffici perché la Città potesse rivivere la magia del Natale che forse, anche a causa del Covid, avevamo un po' perso. Un calendario ricco di appuntamenti dedicato ai bambini ma non solo, con tanta musica, arte e cultura. Voglio invitare tutta la cittadinanza a partecipare a questi eventi, che sono per tutti noi ma anche per i turisti che vorranno venire a trovarci”. Appello ribadito anche dal sindaco di Terracina, Francesco Giannetti: “La presenza di tutti a questo e agli altri eventi in programma è un segnale importante, quello di una comunità viva e che partecipa. Gli appuntamenti sono tanti e diversi, giornate di svago e di festa per i nostri ragazzi, e giornate pensate anche per noi più grandi, a partire dal giorno dell’Immacolata”, ha dichiarato il primo cittadino. ​

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La provincia pontina si illumina per le feste di Natale: accesi alberi e luminarie

LatinaToday è in caricamento